SHARE

reina

Quando separarsi vuol dire partire e lasciare un pezzo del tuo cuore, è sempre piacevolissimo ritrovarsi. Pepe Reina e il Napoli si erano detti addio la scorsa estate, al termine di una querelle poco chiara e simpatica, che aveva in qualche maniera costretto il portiere spagnolo, a fare ritorno al Liverpool, per poi accasarsi al Bayern di Pep Guardiola. Una cessione che ha privato il Napoli, non soltanto di un portiere affidabile, ma soprattutto di un leader all’interno dello spogliatoio, dove spesso gli equilibri possono essere più importanti dei dettami tattici; senza di lui, Rafa Benitez, ha dovuto fare di necessità virtù, barcamenandosi tra Rafael (l’erede designato) e Andujar, che nell’ultima parte di stagione si è ritrovata a rilevare i galloni di titolare della porta azzurra.

Del resto, anche l’ex idolo della Kop, non ha vissuto un anno particolarmente felice a Monaco di Baviera; relegato al ruolo di vice Neuer, ha fatto sentire la sua presenza soprattutto dietro le quinte, contribuendo a tenere unito un gruppo tutt’altro che granitico, grazie alle sue proverbiali doti umane. Per tornare protagonista in campo, ha scelto proprio il suo ex club, ben felice di riabbracciarlo e riaffidargli il ruolo centrale che merita nel nuovo Napoli di Maurizio Sarri. Nel corso di un’interessante intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, lo spagnolo ha spiegato perché ha scelto senza indugi di tornare e chiarito i motivi del divorzio di un anno fa. “Non è vero che mia moglie non si trovava bene a Napoli, il presidente disse una cosa sbagliata, magari aveva fatto confusione. Il mio rapporto con lui è davvero buono”. Buone sensazioni riscontrate anche nel primo approccio con il neo tecnico Sarri (“Va per la strada giusta, dice le cose in faccia, come me. Gli ho detto che potremmo avere dei diverbi, ma preferisco dire sempre ciò che penso ogni giorno”).

Reina è pronto a rituffarsi nell’avventura napoletana, mosso dal legame e dall’affetto nei confronti di una città che lo ha conquistato sin dal primo giorno. “Una volta che arrivi a Napoli e impari a conoscerla, la accetti e la apprezzi per quello che è: fantastica, caotica, a volte anche folle. A Monaco di Baviera sono stato bene. Però è dura quando non si gioca e star fuori ti permette di apprezzare di più quello che avevi prima. Sono felice che il Napoli mi abbia voluto di nuovo”. Parole e musica di Pepe Reina, di nuovo pronto a prendersi il Napoli sulle spalle.