Roma, la condizione manca ancora, ma il sorriso è Dzeko

Eduardo Barone
03/08/2015

Roma, la condizione manca ancora, ma il sorriso è Dzeko

 

dzeko

Allo stadio Jozè Alvalade nel trofeo dei Cinco Violinos, i giallorossi hanno perso ieri contro lo Sporting Lisbona per 2-0. Dal punto di vista del risultato è un passo indietro rispetto all’International Champions Cup, dove la Roma aveva vinto e perso ai rigori rispettivamente contro Real Madrid e Manchester City. Dal punto di vista della condizione fisica siamo sempre lì. Si fatica a carburare nonostante i giorni di allenamento sulle gambe aumentino sempre di più. Questo è normale nelle amichevoli estive, ma agosto ha già aperto le sue porte e non manca poco (20 giorni) al via del campionato (trasferta contro l’Hellas Verona).

SUBITO A TRIGORIA – Il lavoro di preparazione quindi prosegue. Appena tornata a Roma dopo il viaggio portoghese, la squadra di Garcia ha subito fatto capolino a Trigoria per una seduta defaticante. Il prossimo impegno amichevole è fissato per il 5 agosto al Camp Nou. La sfida contro il Barcellona nel Trofeo Gamper sarà un ulteriore palcoscenico di livello e i giallorossi non dovranno sfigurare.

CASTAN E MAICON OK – Garcia non ha ancora trovato una forma o un undici iniziale alla sua nuova rosa 3.0, ma è stata un’impressione positiva vedere in campo quella che dovrebbe essere la coppia difensiva titolare di questa stagione. Manolas e Castan al momento se la intendono bene, il brasiliano in particolare sembra aver messo alle spalle i tormenti dell’anno passato. Buoni segnali anche da Maicon, dal debutto di Szczesny e dalla voglia di Ucan. Mentre è ancora da valutare la condizione di Iturbe, chiamato stavolta alla definitiva esplosione.

MERCATO – La notizia clou del momento è l’accordo raggiunto tra Manchester City e Roma per l’acquisto di Edin Dzeko. La base c’è, bisogna solo limare i dettagli. Si balla tra i 18 e i 23 milioni bonus compresi. Gli esperti di calciomercato danno l’ufficializzazione dell’affare per la prossima settimana. La stessa magari anche di Salah. La Roma aspetta infatti dall’Uefa il transfer per ufficializzare l’attaccante egiziano. Portati in porto queste trattative, in entrata rimane solo il nodo fascia (Digne è il nome più caldo), mentre vanno eseguite le operazioni in uscita. Se per Destro e Doumbia si è ancora in alto mare, più certezze ci sono per la situazione di Romagnoli. Il Milan sembra aver aumentato di tre milioni l’ultima offerta effettuata, portandosi così a 28. E’ forse la spinta in più che potrebbe far cedere Sabatini e invogliarlo alla cessione.