lunedì, Novembre 29, 2021

Latest Posts

Fantanalisi, Inter: basta con i fallimenti, ora non si può più sbagliare

inter 2016

Il calcio d’inizio della prima partita di Serie A si avvicina e la fanta-febbre sale sempre di più: per venire incontro alle esigenze dei fantallenatori più accaniti un doppio appuntamento quotidiano da non perdere. Con le Fantanalisi di MDC avrete precisi consigli sui giocatori da acquistare e quelli da evitare, su scommesse da piazzare e bidoni da scansare, oltre a suggerimenti tecnico-tattici sui giocatori delle venti squadre del nostro campionato.

L’ANNO 6.0 – Benitez, Gasperini, Stramaccioni, Mazzarri, Mazzarri bis e ora Mancini. Sesta sessione estiva post Triplete e sesta rivoluzione consecutiva in casa Inter, in sede di mercato, di staff tecnico e identità di gioco. Ogni anno sembrava quello buono e puntualmente poi con il passare dei mesi il castello di carte veniva giù, tra un cambio generazionale senza precedenti e una successione presidenziale più traumatica di quanto ci si aspettasse. Con il timore di poter essere nuovamente smentiti, questo potrebbe realmente essere il vero anno 0 in casa Inter, quello in cui iniziare ad alzare l’asticella dei risultati ma soprattutto di costruire basi per un futuro che dovrà essere nuovamente vincente.

IL MODULO – Nella sua carriera da allenatore Roberto Mancini ha sempre dimostrato di non essere un integralista del modulo, uno alla Mazzarri per intenderci. Dalla base di una difesa a 4, a partire dalla rosa costruita in sede di mercato, il tecnico jesino ha più volte mutato gli schemi di partenza, passando da un centrocampo di sostanza agli esterni rapidi fino all’utilizzo di un trequartista puro. Se nella mente dell’ex Citiziens il solido 4-3-3 si è fatto strada, lasciandosi alle spalle il più rischioso 4-2-3-1, ad oggi i nerazzurri partirebbero con un 4-3-1-2, il modulo dei primi scudetti nerazzurri e adottato maggiormente nella passata stagione. Molto dipenderà dall’arrivo o meno di Ivan Perisic, esterno puro da così tanto tempo accostato ai nerazzurri che ormai sembrava già tutto fatto. In difesa assetto completamente rivoluzionato con Montoya sulla destra, ma soprattutto il nuovo duo centrale formato da Murillo-Miranda al posto del chiacchieratissimo Ranocchia-Jesus. Sulla sinistra Santon sembra adesso il candidato più accreditato, ma non è da escludere un utilizzo proprio di Jesus da terzino. La cerniera dei tre di centrocampo vedrà come mezzali Brozovic e l’acquisto più roboante Kondogbia mentre al centro Mancini sembra intenzionato, mercato permettendo, a lanciare nel ruolo di regista Kovacic. Hernanes agirà alle spalle dell’interessantissimo duo d’attacco formato da Jovetic e Icardi che, imbeccati nel modo giusto, garantiscono sulla carta dai 35 ai 40 gol.

INTER (4-3-2-1): Handanovic; Montoya, Miranda, Murillo, Santon; Kovacic, Brozovic, Kondogbia; Hernanes; Jovetic, Icardi. Allenatore: Roberto Mancini

CONSIGLIATI – Si riparte ovviamente da lui, il capocannoniere e autentico fulcro della squadra Mauro Icardi. Il suo rendimento è andato migliorando di anno in anno, sia dal punto di vista realizzativo che di gioco corale. Con un pizzico di maturità in più, e il coronamento dell’ottimo lavoro svolto fino ad ora con Mancini, sarà il top assoluto nel ruolo di attaccante. Non alle cifre folli messe sul tavolo nel derby di mercato con il Milan, ma al prezzo giusto Kondogbia sarà il puntello ideale per completare il vostro centrocampo come terzo o quarto elemento. Media voto solidissima e giochi di prestigio che, da sempre, fanno lievitare le valutazioni in pagella. Se dovesse sbloccarsi anche in zona gol potrebbe essere un vero colpaccio.

SCONSIGLIATI – Andiamo controcorrente ma il Profeta Hernanes, nonostante il positivo finale di stagione, continua a non convincerci. Mancini non stravede per lui e sarà pronto a farlo accomodare in panchina in caso di arrivo di Perisic e conseguente passaggio al 4-3-3, non vi svenate per lui. Quasi stesso discorso fatelo per Fredy Guarin. Il colombiano sembra sempre lì per dare la sferzata decisiva alla sua carriera nerazzurra per poi tradire puntualmente le aspettative. Questo sarà un anno pragmatico per i nerazzurri, il Guaro non lo è mai stato.

SORPRESE – Nel calcio, si sa, la memoria è cortissima e quanto di buono costruito tende spesso ad essere troppo rapidamente dimenticato. Di Stevan Jovetic in molti ricorderanno solo il pessimo biennio a Manchester, voi fate un piccolo sforzo e pensate al giocatore fantastico ammirato a Firenze. Con una sola competizione potrebbe “sviare” i suoi continui problemini fisici e regalare all’Inter e a voi fantallenatori un’annata indimenticabile. Assolutamente da testare Marcelo Brozovic, uno dei più positivi di quest’estate. Ambidestro e intraprendente negli inserimenti, con la giusta fiducia potrebbe essere una svolta negli assist e in zona gol.

Ultimo Aggiornamento: 14/08 13.00

FANTANALISI PRECEDENTI AtalantaBolognaCarpiChievo – Empoli – Fiorentina – FrosinoneGenoa

Latest Posts

Don't Miss