SHARE
AC Milan's Carlos Bacca (II from R) jubilates with his teammate after scoring the goal against Inter during the triangular soccer match for the 2015 Trofeo Tim (Tim Trophy) between US Sassuolo, Inter FC and AC Milan at Mapei Stadium in Reggio Emilia, Italy, 12 August 2015. ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Bacca Miranda

Il calcio d’inizio della prima partita di Serie A si avvicina e la fanta-febbre sale sempre di più: per venire incontro alle esigenze dei fantallenatori più accaniti un doppio appuntamento quotidiano da non perdere. Con le Fantanalisi di MDC avrete precisi consigli sui giocatori da acquistare e quelli da evitare, su scommesse da piazzare e bidoni da scansare, oltre a suggerimenti tecnico-tattici sui giocatori delle venti squadre del nostro campionato.

 

Troppi anni senza successi, troppe stagioni all’ombra dei trionfi altrui. Per il Milan questo può e deve essere l’anno del riscatto dopo un lungo periodo di magra: l’ultimo trofeo dei rossoneri, la Supercoppa Italiana vinta contro l’Inter, risale infatti al 2011, quindi a ben 4 anni fa. Ci si avvicina ad un lustro di pochissime soddisfazioni e tanti dolori per il Diavolo che ha bisogno di rialzarsi dalle fiamme dell’inferno per tornare a dominare in Serie A. La campagna acquisti dell’estate promette di certo bene: il Milan quest’anno può seriamente dire la sua.

ANALISI TATTICA – L’anno scorso l’ex tecnico Inzaghi ha alternato, senza fortuna, il 4-3-3 e il 4-2-3-1. Quest’anno, con l’arrivo come guida tecnica di Sinisa Mihajlovic, il modulo sarà senz’altro il 4-3-1-2. Fondamentale per tale schema sarà ovviamente il ruolo del trequartista, il quale dovrà fare da collante tra le fasi di attacco e centrocampo. Anche per questo, molto spesso Mihajlovic potrebbe preferire un giocatore più equilibrato come Bonaventura ad uno più offensivo e votato al gioco d’attacco come Honda. Questo però non cambierà il modo di giocare dei rossoneri: se nella scorsa stagione la squadra presentava un’impostazione di gioco molto “italiana” fatta di difesa e ripartenze, quest’anno il Milan lavora per tenere il pallino del gioco e, dunque, per mettersi in condizione di fare la partita. Fondamentale sarà anche l’apporto dei terzini che, a turno, dovranno garantire spinta avanzata e al tempo stesso un’ottima copertura difensiva. Molto lavoro per le due punte che, gioco forza, dovranno collaborare tra loro per creare spazi e andare in porta.
Probabile formazione del Milan (4-3-1-2): Diego Lopez; De Sciglio, Rodrigo Ely, Romagnoli, Antonelli; Bonaventura, De Jong, Bertolacci; Honda; Bacca, Luiz Adriano.

CONSIGLIATI – Impossibile non consigliare quella che, per ora, è la punta di diamante del mercato rossonero: Carlos Bacca pare un’ira di Dio e un giocatore con le sue caratteristiche rischia di poter lottare anche per il titolo di capocannoniere. Insomma, potenzialmente potreste avere gol a grappoli per la vostra fantasquadra. Diego Lopez in porta è sempre una certezza e quest’anno, almeno in teoria, dovrebbe essere in grado di prendere meno reti. Ciò ci porta a consigliare inevitabilmente anche Alessio Romagnoli: il possibile erede di Nesta è senz’altro il difensore italiano più chiacchierato del momento e, se dovesse mantenere le aspettative, garantirebbe prestazioni sempre nella sufficienza. A prescindere dal ruolo, è quasi un dovere consigliare Bonaventura: l’ex Atalanta è spesso autore di prove convincenti e non disdegna di regalare qualche bonus appena possibile.

SCONSIGLIATI – Tante le incognite rossonere: in primis quel Mattia De Sciglio che Mihajlovic sembra voler provare titolare ma che spesso è sembrato ancora un po’ spaesato. Discorso differente (ma con lo stesso esito) per Luiz Adriano: il brasiliano ha comprensibilmente bisogno di tempo per adattarsi ma al momento sembra molto in difficoltà a comprendere il suo ruolo nello schema di Mihajlovic e pare molto sacrificato. In caso di arrivo di Ibrahimovic un suo acquisto sarebbe praticamente impossibile, poiché l’ex Shakhtar verrebbe di certo fatto accomodare in panchina. Potrebbe essere uno spreco di fantamilioni anche comprare Jeremy Menez: il francese ha numeri, classe e bonus ma l’anno scorso, pur essendo stato il migliore dei suoi, ha palesato una discontinuità tremenda, passando dal 7 al 4 in pagella con una facilità disarmante. E in questo campionato la concorrenza è addirittura aumentata…A chiudere la lista degli sconsigliati c’è Alessio Cerci: l’ex Torino sembra partire svantaggiato rispetto ai compagni di reparto e non pare un pericolo serio per le gerarchie scritte al momento dal tecnico serbo.

SORPRESE – Andrea Poli parte come riserva ma potrebbe essere un ottimo acquisto per il centrocampo: nelle amichevoli pre campionato ha evidenziato ottime doti di inserimento e, in partite apparentemente bloccate, potrebbe sfruttare queste sue qualità per subentrare e magari segnare. Qualora non fosse ceduto anche il giovane terzino Davide Calabria meriterebbe una chance: così come Poli anche lui si è messo in evidenza nei friendly matches per disciplina e attenzione tattica. Attenzione anche a Rodrigo Ely: l’ex Avellino è stato schierato praticamente sempre titolare da Mihajlovic nel corso della pre season, mostrando buona personalità anche contro avversari teoricamente superiori e più esperti. Probabile che sia lui il centrale di destra al fianco di Romagnoli, almeno nelle prime uscite.

Ultimo aggiornamento: 16/08 19.00

FANTANALISI PRECEDENTI AtalantaBolognaCarpiChievo – Empoli – Fiorentina –FrosinoneGenoa Inter

SHARE