SHARE

maglia napoli

Il calcio d’inizio della prima partita di Serie A si avvicina e la fanta-febbre sale sempre di più: per venire incontro alle esigenze dei fantallenatori più accaniti un doppio appuntamento quotidiano da non perdere. Con le Fantanalisi di MDC avrete precisi consigli sui giocatori da acquistare e quelli da evitare, su scommesse da piazzare e bidoni da scansare, oltre a suggerimenti tecnico-tattici sui giocatori delle venti squadre del nostro campionato.

Con l’addio di Benitez, De Laurentiis riparte da Maurizio Sarri, allenatore di certo meno blasonato del collega spagnolo ma dalla lunga gavetta nelle serie minori che lo rendono forse l’uomo adatto per ricostruire la squadra partenopea dai cocci dello scorso anno. Attenzione maniacale per la fase difensiva, carichi di lavoro pesanti e coltello tra i denti per una squadra rinforzata, di certo più compatta e che, senza troppi proclami, potrebbe da outsider dar fastidio ai top club di questa Serie A.

ANALISI TATTICA- Sarri, come già osservato sia in ritiro che nelle precedenti amichevoli, predilige un compatto 4-3-1-2, il cui fulcro centrale è composto dall’asse Valdifiori/Insigne. Il primo, regista già al servizio del tecnico toscano ad Empoli, ha le caratteristiche adatte a verticalizzare con velocità l’azione, giocando a due tocchi e provando a spostare la palla nella metà campo avversaria più rapidamente possibile; il secondo, che ha richiesto espressamente all’allenatore di ricoprire questo ruolo, può muoversi tra le linee ricevendo palla alle spalle del centrocampo avversario, puntando la difesa ed innescando le due punte grazie alla sua tecnica. Se il reparto difensivo, nonostante gli arrivi di Chiriches e Hysaj, è ancora in allestimento, l’attacco è sostanzialmente lo stesso dello scorso anno, con Higuain, Callejon, Mertens e Gabbiadini a giocarsi due posti. Attacco frizzante, linea difensiva alta, pressing asfissiante sui portatori avversari e centrocampo che si completa con un recupera-palloni come Allan ed un incursore del livello di Hamsik, ad oggi il Napoli di Sarri dovrebbe comporsi così:

Napoli (4-3-1-2) Reina, Hysaj, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Allan, Valdifiori, Hamsik, Insigne, Higuain, Mertens

Sarri ha provato durante il ritiro anche un secondo modulo, da utilizzare principalmente a partita in corso: una punta centrale va ad essere affiancata da ben due trequartisti, per affollare maggiormente la metà campo e favorire il palleggio piuttosto che la verticalizzazione. Difficilmente questo sistema andrà a comporsi dal primo minuto, anche perchè l’idea di calcio di Sarri ed il 4-3-1-2 sembrano sposarsi piuttosto bene con le caratteristiche dei giocatori a disposizione, riscuotendo anche il gradimento degli interpreti.

CONSIGLIATI- Se Gonzalo Higuain è un giocatore da consigliare a priori, a prescindere da modulo o all’allenatore, di certo guadagna posizioni rispetto all’anno scorso Lorenzo Insigne, unico vero trequartista titolare di questo Napoli e fuori da ogni tipo di concorrenza con il “gemello” Mertens, impiegato al contrario come seconda punta. La sua posizione accentrata lo avvicina di molto alla porta, aumentando la possibilità non soltanto di assist ma anche di gol, come le prime tre amichevoli di quest’anno hanno dimostrato. Occhio anche alla corsa al dischetto del rigore: per il dopo-Pipita (ammesso che si faccia da parte) in prima linea c’è proprio il folletto di Frattamaggiore. Da consigliare in coppia il duo Valdifiori/Jorginho: il primo di certo giocherà più minuti e, come ad Empoli, porterà a casa molti +1 con le sue verticalizzazioni, ma secondo gli schemi di Sarri tocca al regista battere corner e punizioni dalla trequarti. Proprio per questo motivo l’assist è sempre all’orizzonte, anche quando a scendere in campo sarà l’italo-brasiliano. Sempre a proposito dei calci d’angolo, fate un pensierino al redivivo Albiol: difensivamente Chiriches gli dà più sicurezza mentre in fase offensiva potrebbe andare in gol più e più volte. Rugani e Tonelli vi dicono nulla?

SCONSIGLIATI – Per quanto sia un giocatore che si integra perfettamente nello scacchiere di Sarri, ad Allan toccherà con tutta probabilità il lavoro sporco lontano dalla porta, il che lo rende poco appetibile fantacalcisticamente. Tante botte, probabili cartellini e pochi bonus, potrebbe attrarvi solo se cercate un giocatore certo (o quasi) del posto che vi assicuri un rendimento costante. Attenti, per concludere, al gioco delle coppie: inevitabile spendere tanto per giocatori come Mertens, Callejon o Gabbiadini, ma è davvero difficile prevedere chi di loro possa essere il partner più costante del Pipita. Tre i consigli a riguardo: svenarvi più del dovuto ed acquistare due giocatori su tre, completare l’acquisto soltanto a prezzi abbordabili, oppure andare avanti in caso di reparto già adeguatamente attrezzato. Alzare troppo il prezzo lasciandosi ingolosire e non avere le necessarie precauzioni potrebbe rivelarsi una scelta controproducente.

SORPRESE – Lo scorso anno la difesa del Napoli era tra le più ballerine dei top team, con in particolare i centrali costantemente valutati in maniera negativa. Quest’anno la storia potrebbe cambiare e tra i giocatori su cui puntare spunta Chiriches. Il rumeno è affidabile difensivamente e pericoloso davanti, potendo diventare un ottimo colpo low cost sfruttando la pessima reputazione del reparto azzurro. Unica postilla: cautelatevi con l’acquisto di Koulibaly, che avrà di sicuro diverse occasioni per poter mettere in mostra le sue potenzialità non ancora del tutto espresse. Altra scommessa il capitano Marek Hamsik: non siamo impazziti, anche se il valore del giocatore è indubbio, l’ultima stagione sottotono non ha reso felicissimi i fantallenatori che per lui hanno investito fior fior di crediti. Nel vecchio/nuovo ruolo da mezz’ala è tutto da rodare e bisogna vedere se gli equilibri della squadra reggeranno questo peso offensivo. Inoltre sono diversi gli infortuni da lui patiti durante questo precampionato, che possano ripresentarsi durante la stagione? Dalla sua, però, un vantaggio non da poco: per chi utilizza il sistema MANTRA, da quest’anno lo slovacco avrà, oltre al solito ruolo da T, anche quello di CC. Un motivo in più per investire qualche credito extra, sempre tenendo d’occhio la completezza della rosa e, ovviamente, la borsa.

Ultimo aggiornamento: 17/08 13.00

FANTANALISI PRECEDENTI AtalantaBolognaCarpiChievo – Empoli – Fiorentina –FrosinoneGenoa Inter – Milan

SHARE