SHARE

louis-van-gaal11

Dopo una lunga trattativa che sembrava avviata verso la conclusione più logica, Pedro Rodriguez ha lasciato il Barcellona, dopo aver disputato anche i match di supercoppa al posto di Neymar, non accasandosi al Manchester United, squadra che lo ha cercato insistentemente, bensì al Chelsea preferendo la corte fulminea dei londinesi che hanno chiuso subito la trattativa con lo spagnolo e il club blaugrana. Una trentina di milioni sul piatto e la promessa di titolarità ed ecco che Pedro preferisce i ‘Blues’ ai Red devils. Questa trattativa fallita ha però lasciato strascichi importanti nell’ambiente dello United, in cui il principale accusato dalla stampa per la mancata concretizzazione del trasferimento è l’amministratore delegato Ed Woodward. In conferenza stampa il ci ha pensato il tecnico Louis Van Gaal a smentire il tutto, compreso il presunto interesse per il calciatore ex Barça: “Trattativa per Pedro? Sapete benissimo che non posso rispondere a queste domande, ho la responsabilità di tutelare gli interessi del mio club e dei miei calciatori. Quando mi chiedevate se Pedro poteva sposarsi con il mio progetto tecnico non potevo mentivi perché aveva le caratteristiche giuste ma non ho mai detto di essere interessato a lui, questa è la differenza! In ogni caso nessuno dovrebbe mettere in dubbio il valore di Ed Woodward; qualcuno di voi sta cercando di far passare l’idea che non ci sia comunicazione tra di noi ma non è assolutamente così, mi aggiorna costantemente e ha tutta la mia fiducia”.

FIDUCIA – Van Gaal ha poi proseguito ribadendo la fiducia nei confronti della sua dirigenza: “Ci aggiorniamo ogni giorno e ho fiducia in lui. Non ho dubbi su di lui perché già da molti, molti anni ha dimostrato di essere la persona giusta al posto giusto”.

SCHWEINSTEIGER – Chiusura dedicata anche a questioni di campo dove Bastian Schweinsteiger scalpita per avere la prima occasione da titolare: “Per vedere Schweinsteiger dall’inizio è solo questione di tempo, forse già domani. Mercato? Aspettate e vedrete, ma non ci sono pressioni, ho già 28 giocatori”.

SHARE