SHARE

Sinisa-Mihajlovic

Alla vigilia del match di apertura contro la Fiorentina, sua ex squadra, Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa della condizione del Milan e degli obiettivi per questo campionato. Ecco quanto affermato dal tecnico rossonero.

Esordio con la Fiorentina.

Il calendario ci mette da subito contro un avversario tra i più forti, ma da un lato è meglio così in modo da capire chi siamo. Rispetto molto la Fiorentina, ma vogliamo vincere e vogliamo i 3 punti esattamente come loro. Ci sono squadre che possono sognare di vincere ed altre che hanno il dovere di farlo. Noi faremo sempre parte del secondo gruppo, anche attraverso il bel gioco come da tradizione di questo club.

Una rivincita contro una ex-squadra?

Ringrazierò sempre i Della Valle, ma quello è stato un periodo difficile come sa bene anche Montolivo. In ogni caso proveremo a vincere con serenità, non c’è alcuna voglia di rivalsa.

Come sta il Milan?

Sono fiducioso, abbiamo mentalità e mettiamo in pratica tutto ciò che proviamo in allenamento. Arriveranno di certo momenti difficili ma sapremo sempre affrontarli a testa alta.

Sulla formazione?

Sarà molto simile a quella di Perugia. Ely e Romagnoli? Giocano perchè sono bravi, non perchè sono giovani. Il gruppo sta bene ed è forte, io sono di certo cambiato rispetto a 4 anni fa ma sono sempre diretto con i giocatori anche se a non tutti piace. Se voglio il loro rispetto e la loro lealtà devo essere il primo a farlo.

Obiettivi stagionali?

L’abbiamo sempre detto, vogliamo rientrare nei primi tre posti. Sarà difficile, dura, ma ci proveremo. Il campionato sarà molto equilibrato, sono arrivati tantissimi giocatori forti.

C’è molto entusiasmo tra i tifosi.

Mi sono accorto di questa cosa, ma so anche bene che se per due o tre partite non arrivano risultati la situazione può ribaltarsi facilmente. Dobbiamo sfruttare questo momento finchè dura.

Montolivo e De Jong in concorrenza?

Sono giocatori versatili, possono ricoprire il ruolo sia di centrale che di interno, anche se con caratteristiche diverse. Riccardo viene da un lungo infortunio, è indietro di condizione ma potrà di certo dare il suo contributo in questa stagione.

Sorpreso da qualcuno in particolare?

Calabria ed Ely, forse perchè non li conoscevo come gli altri. Davide non l’ho visto quasi mai, mentre Rodrigo solo in qualche partita con l’Avellino. Ibrahimovic? Parlo solo dei giocatori che alleno.

Attacco Bacca/Luiz Adriano?

Sono due giocatori bravissimi, possono fare la differenza e tanti gol, ma vanno messi nelle condizioni di farlo. Potenzialmente abbiamo uno dei migliori attacchi della Serie A.

SHARE