SHARE

suarez esultanza

Tanta intensità agonistica, miriadi di errori, un manto erboso sconcertante e un fenomeno che sbaglia un rigore. Athletic Bilbao-Barcelona è stata questo e tanto altro con Luis Enrique felice a metà per i tre punti conquistati contro i baschi a caro prezzo, visti gli infortuni di Dani Alves e Sergi Busquets. I catalani rivendicano la sconfitta in Supercoppa di Spagna ed espugnano il Nuovo San Mames con un gol al 54′ di Luis Suarez bravo ad insaccare al centro dell’area un cross al volo di Jordi Alba.

Primo tempo a ritmi blandi con il Barcelona che imbastisce il solito possesso palla ma fine a se stesso, il Bilbao difende con ordine e nonostante un Elustondo ai limiti dell’improponibile non soffre troppo soprattutto per la scarsa vena di Lionel Messi, troppo nervoso fin dai primi minuti. A segnare il match è la terna arbitrale che mostra poca lucidità in numerose circostanze e raggiunge l’apice al 30′ quando dal nulla assegna un rigore inesistente al Barcelona. Sul dischetto il numero 10 dei blaugrana si fa ipnotizzare da Iraizoz che subito dopo si ripete su Suarez deviando con la punta delle dita un diagonale preciso dell’attaccante uruguaiano. La risposta del Bilbao arriva con la bestia nera Aduriz che spaventa Bravo con un colpo di testa ma non trova lo specchio della porta.

Nella seconda frazione il Barcelona aumenta leggermente i giri del motore e al 54′ trova il gol con Luis Suarez pescato al centro dell’area da un perfetto cross al volo di Jordi Alba. Lo 0-1 non cambia il copione del match che resta spigoloso e disordinato: tanti i contrasti e i falli sanzionati dalla terna arbitrale, a farne le spese Sergi Busquets che deve lasciare anzitempo il campo per un infortunio da valutare. L’unico a mostrare sprazzi di classe è Sergi Roberto, subentrato a Dani Alvez, che conquista con il passare dei minuti la palma del migliore in campo e costruisce le azioni migliori sulla fascia destra mettendo in crisi la difesa basca. Dall’altra parte il solo Susaeta prova a sorprendere Bravo ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa e rappresenta l’unica vera azione da gol dei padroni di casa. Nell’ultimo quarto d’ora Messi prova qualche giocata delle sue ma è in giornata no, il Bilbao stanco dai numerosi impegni ravvicinati non riesce a metter su un forcing finale all’altezza della situazione trovando sulla sua strada un perfetto Vermaelen, impeccabile sia sulle palle alte che nell’uno contro uno. Anche nei quattro minuti di recupero il Bilbao non spaventa i blaugrana e così arrivano i primi tre punti stagionali nella prima trasferta insidiosa della stagione.

SHARE