SHARE

joaquin

Continua il tira e molla tra FiorentinaBetisJoaquin, un triangolo “sui generis” che potrebbe “mandare di traverso” l’inizio campionato dei viola, impegnati questa sera allo Stadio Artemio Franchi di Firenze contro un Milan in cima a tutti i rotocalchi a fronte dell’affare Balotelli in dirittura d’arrivo. Paulo Sousa ha convocato Joaquin per il match d’esordio della nuova stagione ma qualcosa bolle in pentola, soprattutto nella mente dell’esterno ex Malaga e Valencia che vorrebbe fortemente ritornare a Siviglia per indossare nuovamente la maglia biancoverde del Betis, una seconda pelle per lui.

PROPOSTA BETIS PER JOAQUIN Il Betis avrebbe avviato i primi abboccamenti negli scorsi giorni forte della volontà di Joaquin di lasciare il capoluogo toscano, la prima offerta formulata non prevedeva alcun risarcimento per i viola che avrebbero, di fatto, regalato il cartellino al giocatore che sarebbe stato poi libero di accordarsi con il club andaluso (le due parti avrebbero già un’intesa di massima). Il club dei Della Valle ha però fatto muro, vuoi per il gradimento che Paulo Sousa ha espresso per Joaquin, vuoi per per la tempistica dell’affare, la Fiorentina si ritroverebbe infatti a dover riaffacciarsi sul mercato per trovare un rimpiazzo del giocatore, non proprio una “questione da niente”, a questo punto del calciomercato; i viola avrebbero quindi richiesto un indennizzo di 5 mln di € tanto per sparigliare le carte in tavola.

Secondo indiscrezioni raccolte dalla testata giornalistica vicina all’ambiente fiorentino violanews.com il Betis avrebbe deciso di rilanciare mettendo sul piatto 500mila €, “una moneta simbolica” per smuovere le acque di una trattativa che al momento risulta essere impatanata e non di poco. Possibile che per capire quale sia il vero e proprio destino dell’esterno originario di El Puerto de Santa María si debba aspettare la pausa delle nazionali, allora ci sarà meno da pensare alla Serie A e le due dirigenze potranno parlarsi in tutta libertà.

Stefano Mastini

SHARE