SHARE

fiorentina-milan

“Fiorentina-Milan finisce 2-0, viola che vincono e convincono con una formazione iniziale che è un vero e proprio capolavoro tattico di Sousa che scombina tutti i piani a Mihajlovic. I mattatori dell’incontro sono Marcos Alonso e Ilicic ma in mezzo al campo a spiccare su tutti è Bernardeschi, tocchi e classe sopraffina per lui”

CHIAVE TATTICA Fiorentina camaleontica, Paulo Sousa stupisce Mihajlovic e i suoi dimostrando acume tattico da vecchio conoscitore del nostro calcio, i viola dopo una settimana passata a cantare il 4-2-3-1 entrano in campo con un ardito 3-4-3, sulle ali ci sono Gilberto e Marcos Alonso, terzini con la mania di spingere all’impazzata. I rossoneri rispondono con il solito 4-3-1-2 di ordinanza del tecnico serbo, il Diavolo stenta però a costruire l’azione da dietro: Romagnoli è troppo solo mentre Ely non è ancora giocatore “fatto” per una prima di campionato su un terreno difficile come il Franchi di Firenze. I gigliati mettono a ferro e fuoco le fasce coadiuvando il tutto con un gioco nello stretto sulla trequarti a due tocchi con Kalinic bravissimo a fare l’elastico e giocarsela sulle imbucate di Badelj e Ilicic. Miha e i suoi tentennano davanti alle linee strette dei gigliati molto ben schierati tatticamente.

I PROTAGONISTI Bernardeschi e Marcos Alonso per i gigliati. Spettacolare per intensità e tecnica la partita della giovane stellina viola, è lui a lottare a più non posso contro i centrali del Diavolo coadiuvato alla grandissima da Ilicic e Kalinic. Tutto cuore e grinta il laterale di sinistra che sta togliendo il posto da titolare a Manuel Pasqual, decisiva la sua gran botta di sinistro che gela Galliani in tribuna. Per il Milan bene, forse benissimo, Diego Lopez. E’ lui a tenere in piedi i suoi compagni salvandoli da un’imbarcata che avrebbe assunto connotati biblici; bellissimo il colpo di reni dopo appena 5 minuti su destro di Ilicic da fuori.

IL MOMENTO Sicuramente il 38′ del primo tempo di gioco. Sull’ennesima imbucata per Kalinic Ely va in bambola e ostacola l’ex Dnipro, il giovane centrale rossonero prova a divincolarsi e a non commettere fallo da dietro ma il tocco c’è, il giallo è pesante ma appare giusto. Seconda sanzione per lui e rosso che manda Mihajlovic su tutte le furie. Oltre il danno la beffa: batte la punizione un mancino ma non è Ilicic bensì Marcos Alonso che indovina una traiettoria da “mille e una notte”, palla sotto la traversa e nulla da fare per Diego Lopez, impeccabile fin lì.

LA GIOCATA La punizione di Marcos Alonso. Lo spagnolo ex Sunderland si ricorda di essere stato un canterano del Madrid e di aver ripassato “calci piazzati” da un maestro, mancino oltretutto, come Pasqual. Appena una decina di minuti prima Ilicic dalla medesima mattonella aveva sparato in curva Ferrovia, lui invece non si lascia pregare e tira fuori dal cilindro un collo sinistro a girare di rara bellezza, palla che sfiora la traversa e si insacca alle spalle di Diego Lopez. Magia pura al Franchi.

Tabellino Fiorentina-Milan 

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu 6; Roncaglia 5,5 (59′, Astori 6), Rodriguez 6, Tomovic 6, Alonso 7; Badelj 6,5, Borja Valero 6; Gilberto 6, Ilicic 7 (66′, Mario Suarez sv), Bernardeschi 7 (81′, Mati Fernandez sv); Kalinic 6,5. All. Sousa.

Milan (4-3-1-2): Lopez 6,5; De Sciglio 5, Ely 4,5, Romagnoli 5, Antonelli 5,5; Bertolacci 5 (70′, Nocerino sv), De Jong 6, Bonaventura 5; Honda 5 (39′, Zapata 6); Bacca 5 (77′, Cerci sv), Luiz Adriano 5. All. Mihajlovic.

Gol: Marcos Alonso 38′, Ilicic 56′

Ammoniti: Ely, Bonaventura, Roncaglia, Ilicic, Romagnoli, Bernardeschi, Bertolacci.

Espulsi: Ely

IL MIGLIORE Bernardeschi: Corre, sgomita, gioca con intelligenza e prova spesso e volentieri la giocata, in una sola parola predestinato. Valore aggiunto della viola e, chissà in futuro, anche della selezione azzurra. Voto 7

 

Stefano Mastini

SHARE