SHARE

dzeko

ATALANTA 5.5
I nerazzurri di Reja, seppur abbiano concluso la sessione di mercato estiva puntellando la difesa con gli innesti di Paletta e Toloi, meritano un voto certamente non sufficiente a causa delle partenze illustri di Baselli e Zappacosta in direzione Torino. Se a tutto ciò si aggiunge che il passaggio dei due Under ai Granata ha portato nelle casse degli orobici solo 10 milioni di euro al danno si aggiunge anche la beffa. Rispetto alla scorsa stagione, nella quale la Dea si giocò fino alla fine la salvezza, Reja potrà contare su Kurtic, unico dei neo-acquisti che al momento sembra avere le caratteristiche per essere titolare in Serie A.

BOLOGNA 6.5
Il Bologna è tra le neo-promosse la società che più ha investito sul mercato portando alla corte di Delio Rossi ben 17 nuovi giocatori per una somma totale che rasenta i 25 milioni. Nelle ultime settimane gli acquisti di Destro, Giaccherini e Taider (questi ultimi arrivati nella giornata di ieri) uniti agli arrivi di Mirante e Brienza vanno ad impreziosire un organico che sembra oggi avere qualche chances di salvezza.

CARPI 4.5
I biacorossi della provincia di Modena si aggiudicano il record, assieme al Frosinone, per la minore spesa in questa sessione di calciomercato: ben zero euro! I nuovi 19 giocatori a disposizione di Castori sono infatti arrivati o tramite prestito o come svincolati il che, vedendo anche i nomi che oggi compongono la rosa dei Carpi, non è proprio una garanzia di salvezza. Zaccardo e Borriello, gli ultimi arrivati in ordine di tempo, proveranno a prendere sotto braccio una formazione che, ad oggi, sembra avere davvero poche possibilità di poter rimanere in categoria.

CHIEVO VERONA 5
Mercato povero quello del Chievo: sono solo 7 i nuovi acquisti per una cifra complessiva di meno di 5 milioni di euro. Certo, dato lo scoppiettante inizio di stagione della squadra di Maran si potrebbe sostenere che gli scaligeri avessero già in rosa tutto l’occorrente per fare bene. In ogni modo il mercato non può che essere valutato in maniera insufficiente, data anche la cessione di Zukanovic alla Sampdoria per meno di 3 milioni di euro.

EMPOLI 4.5
Giampaolo non può certo sorridere per l’andamento del mercato dei toscani. Partita l’anima della scorsa stagione, Valdifiori, ed uno dei migliori terzini, Hysaj, dalle parti del Castellani hanno provato a mettere qualche toppa senza però trovare giocatori già pronti per la Serie A. L’arrivo di Livaja in prestito, concretizzatosi ieri, offre sicuramente qualche soluzione in più in attacco anche se, per ora, è soprattutto in difesa che Giampaolo ha i maggiori problemi.

FIORENTINA 7
Buono nel complessivo il mercato della viola, impreziosito dall’arrivo di Kuba Błaszczykowski nella giornata di ieri. Sbarazzatisi del fardello Gomez e nonostante la vicenda Salah i dirigenti della Fiorentina sono riusciti a dare a Sousa una squadra non ancora completa ma comunque interessante. Mario Suarez è certamente una garanzia e anche Kalinic, benchè sinora abbia dimostrato di non avere un gran feeling con la rete, pare essersi già integrato nel progetto tattico del portoghese.

FROSINONE 4
Anche il Frosinone, così come il Carpi, riesce nell’impresa di non spendere neanche un euro nella sessione di mercato estiva. Dieci i nuovi arrivi in casa di Stellone, il cui nome più interessante è sicuramente quello di Verde in prestito dalla Roma. Salvarsi così però sembra davvero dura!

GENOA 7
Fosse arrivato Iturbe il Grifone avrebbe probabilmente meritato una posizione a ridosso del podio per come si è mossa quest’estate. Dodici, in complessivo, i nuovi giocatori giunti alla corte di Gasperini, molti dei quali destano sicuramente interesse: Cissokho, Ncham e Gakpé hanno già dimostrato di poter benissimo reggere all’urto della Serie A e l’arrivo di Diego Capel e il rifiuto di vendere Perotti potrebbero essere decisivi per i sogni d’Europa della Genova rossoblu.

INTER 8.5
La squadra di Mancini è una delle regina di questo calciomercato. Quasi 89 i milioni spesi dai nerazzurri per i dieci nuovi acquisti: nell’ultima giornata gli arrivi di Melo, Telles e Ljajic completano una rosa che era già stata impreziosita dai precedenti sbarchi di Kondogbia, Perisic e Jovetic. Messa a posto anche la difesa con l’acquisto di Miranda e Murillo, questa Inter potrebbe diventare una seria pretendente per il titolo in Italia.

JUVENTUS 7.5
Il mercato dei bianconeri è stato certamente caratterizzato dalle partenze di Tevez, Pirlo e Vidal. In casa Juve è stata operata una vera e propria rivoluzione e, come sempre, sarà necessario pazientare prima che gli 11 nuovi acquisti possano aiutare Allegri a disegnare una squadra decisamente diversa rispetto a quella vista negli ultimi quattro anni. Gli arrivi nell’ultima giornata di Lemina ed Hernanes, soluzioni di ripiego dopo i tanti infortuni a centrocampo e la mancata chiusura per Draxler, non intaccano più di tanto un mercato che ha portato a Torino gente del calibro di Mandzukic, Khedira, Dybala e Alex Sandro.

LAZIO 4
Decisamente negativo il mercato in casa Lazio. Impegnata su tre fronti la società biancoceleste ha trovato solo nella giornata conclusiva di ieri l’alternativa a Djordjevic e Klose, prendendo Matri in prestito dal Milan. In mezzo al campo non si è riusciti a trovare il sostituto di Biglia, unica anima della Lazio nella manovra di Pioli.

MILAN 5
I rossoneri sono forse la “big” che, insieme al Napoli, ha più faticato in questa sessione di mercato estiva. Già frustrati gli animi per la telenovela su Ancelotti, la società di Berlusconi ha continuato a premere sul colpo ad effetto, parlando fino ad una settimana dalla fine del mercato della possibilità di un ritorno di Ibra. Guardando agli 11 nuovi innesti si trovano tanti nomi interessanti: Luiz Adriano e Bacca hanno già dimostrato di essere calciatori di primo livello e la scommessa su Balotelli merita certamente di essere giocata. A centrocampo e in difesa i rossoneri hanno però fatto poco e, Romagnoli a parte, nessun calciatore di spessore è stato portato a puntellare reparti che oggi sembrano essere quantomeno sofferenti.

NAPOLI 4.5
La telenovela su Soriano ha raggiunto punti di non ritorno e la società partenopea è comunque la parte che esce peggio da tutta la vicenda. Al netto di ciò bisognerà capire se l’arrivo a Castelvolturno di Valdifiori e Hysaj possa essere effettivamente un valore aggiunto; in caso contrario l’ambiente potrebbe addirittura additare Sarri come capro espiatorio per la mini-diaspora dall’Empoli. Interessanti gli innesti di Chiriches e Allan, troppo poco però per una società che aveva in programma di sognare in grande.

PALERMO 5.5
I 12 neo-acquisti del Palermo certo non fanno dimenticare le cessioni illustri di Dybala e Belotti. Solo l’arrivo di Gilardino potrebbe aver dato a Iachini quel 9 che in Sicilia aspettavano da inizio estate; molte invece le scommesse della società rosanero, solo il tempo potrà dire se saranno state vinte o meno.

ROMA 8.5
Mercato imponente quello dei giallorossi che trovano in Dzeko un grandissimo numero 9, uno che da quelle parti mancava forse dai tempi di Batistuta. Ottimi poi gli innesti di Salah, se dimostrerà di essere quello dello scorso anno, e di Iago Falque. Szczesny in porta, infine, ha già dimostrato di valere la fiduca di Garcia che, fin da subito, ha preferito il polacco a De Sanctis. Per la Roma questa stagione potrebbe essere quella della svolta.

SAMPDORIA 6.5
Tantissimi gli acquisti in chiave Samp che, forse, fa registrare i veri colpi di mercato all’ultimo giorno non vendendo nè Eder nè Soriano. Zenga avrà a disposizione una rosa estremamente competitiva con Moisander, Fernando e Barreto tra i nuovi arrivati più interessanti, oltre al solito Cassano, a patto che smaltisca i tanti kili di troppo.

SASSUOLO 6.5
Pochi i neo-acquisti in casa neroverde ma di qualità: Defrel davanti dovrà dimostrarsi all’altezza di non far rimpiangere la cessione di Zaza mentre Duncan, in mediana, ha già fatto vedere di aver migliorato un reparto che lo scorso anno aveva interpreti troppo simili fra loro.

TORINO 8
Il Toro è stata fino ad una settimana fa la vera regina del calciomercato. La linea verde portata da Petrachi alla corte di Ventura ha già dato i primi frutti: Avelar e Baselli su tutti hanno già stupito per intraprendenza e capacità d’adattamento. Se anche Belotti dovesse esplodere i granata potrebbero anche fare un pensierino all’Europa.

UDINESE 6
Pochi ma interessanti gli acquisti dell’Udinese: Zapata può diventare il centravanti di cui tanto aveva bisogno la squadra e anche Edenilson e Ali Adnan hanno fatto vedere in questi primi 180 minuti di gioco di potersi giocare le propire chances.

VERONA 6
Sufficiente il mercato dell’Hellas che piazza il colpo Pazzini oltre all’acquisto dell’interessante Suprayen ed il ritorno di Romulo dopo l’esperienza con la Juventus. Mandorlini avrebbe forse avuto bisogno di un regista ed il mancato arrivo di un giocatore di questo tipo è forse la nota più dolente nel mercato degli scaligeri.

SHARE