SHARE

COt63HtWsAAjTL2

Dopo la sosta per le nazionali riparte la serie A: alle 18.00 ad affrontarsi sono Frosinone e Roma. Allo stadio Matusa  a spuntarla sono i giallorossi di Garcia: in gol Iago Falque ed il subentrato Iturbe. Un passo indietro per la Roma a livello di gioco, dopo l’ottima prova contro la Juventus di qualche settimana fa. Bella gara per gli uomini di Stellone che, nonostante la sconfitta, escono tra gli applausi dei propri tifosi. Frosinone-Roma termina 0-2. 

CHIAVE TATTICA – Stellone schiera in campo i suoi con un solido 4-4-2, in porta va Leali, davanti a lui Rosi, Diakité, Blanchard e Pavlovic. In mezzo al campo Soddimo, Gucher, Chibsah e Tonev,mentre  in avanti agiscono Dionisi e Ciofani. Rudi Garcia adotta invece un più offensivo 4-2-3-1, con Szczesny in porta e la linea difensiva composta da Florenzi, Manolas, Rudiger e Digne. Al centro del campo Keita e De Rossi, sulla trequarti Iago Falque, Totti e Gervinho dietro all’unica punta Dzeko. La gara inizia subito a ritmi molto alti, con il Frosinone che nei primissimi minuti del match tenta di imbastire con coraggio le prime azioni offensive, cercando di intimidire i propri dirimpettai, superiori a livello tecnico. La Roma  prende le misure e con esse il pallino del gioco: la sfera gira veloce, ripartenze palla a terra dalla difesa e repentini cambi di fascia. Florenzi e Digne si propongono spesso sulle rispettive corsie, così come Iago Falque che al 10’ minuto sale in cattedra: l’esterno controlla bene palla in zona d’attacco e mette un cross basso e teso al centro dell’area di rigore, ma a Dzeko non riesce il tocco vincente. Il Frosinone non si lascia intimidire e al 20’ minuto la squadra di casa arriva alla conclusione dopo un’azione personale di Rosi, ex di turno. La Roma prova a colpire da calcio piazzato con capitan Totti e Florenzi a disegnare ottime traiettorie, sfruttando il blocco di uno o più uomini, con Manolas, Rudiger, Keita e Dzeko sempre pericolosi di testa. Al 27’ minuto il Frosinone vicino al vantaggio, con Tonev che fa partire un siluro dalla distanza, ma Szczesny si oppone. I giallorossi prendono campo, gli assalti alla porta di Leali sono continui e il Frosinone si difende come può, cercando non di rado la ripartenza. Al minuto 43’ però gli uomini di Stellone si lasciano sorprendere da un fallo laterale proveniente dalla sinistra: palla al centro dell’area, nessuno tocca la sfera che finisce sui piedi di Iago Falque, il quale insacca a pochi passi dalla porta. Finisce con il vantaggio giallorosso il primo tempo.

Il secondo tempo inizia con una sortita offensiva del Frosinone, con Rosi che arriva nuovamente al tiro, ma Szczesny controlla bene. Solito copione: la Roma gioca meglio, ma il Frosinone non si lascia intimidire. Garcia cambia qualcosa: fuori Dzeko e dentro Nainggolan, con Totti che va a fare la punta. Rifiata anche Iago Falque, decisivo nella prima parte di gara, in campo va Salah. Stellone gioca la carta Verde, in campo per Dionisi, ma i più pericolosi sono Rosi e Tonev, spesso vicini alla rete. Nella seconda parte della ripresa il pallino del gioco passa al Frosinone, che schiaccia la Roma nella propria trequarti. Bene il centrocampo, oltre alla difesa, ma al Frosinone serve la rete che però non arriva. Sul finale di gara Florenzi colpisce una traversa, ma il risultato non cambia. Nei minuti di recupero, con la squadra di casa proiettata in avanti alla ricerca del pareggio, parte il contropiede giallorosso con Iturbe che trova la seconda rete. Finisce la gara. A Frosinone vince la Roma, ma gli uomini di Stellone hanno lottato fino all’ultimo minuto.

I PROTAGONISTI – Grande match, ritmi alti e squadre sempre attente ma propositive. Iago Falque è il migliore in campo: si propone in tutte le azioni d’attacco della Roma, cerca la palla nei piedi oltre all’inserimento e non disdegna la fase difensiva. Suo il primo gol e diversi spunti offensivi, fornisce palle giocabili ai compagni ed assist spesso non sfruttati da Dzeko. La palma di migliore in campo va divisa con Florenzi, sempre attento e propositivo. Il solito portento sulla fascia, anche nel suo nuovo ruolo di terzino destro: difende e attacca con costanza e lotta su ogni pallone. Colpisce una traversa sul finale di gara. Keita e De Rossi fanno valere la propria esperienza al centro del campo, Dzeko si muove tanto ma spreca un po’ troppo. Gervinho abbastanza in ombra. Totti bene a tratti. Si disimpegna bene anche Szczesny, decisivo sulla conclusione di Tonev nel primo tempo e su Rosi, oltre a Manolas sempre attento in difesa. Iturbe entra bene e trova la rete del 2-0 per i giallorossi. I nuovi, Digne e Rudiger, stanno iniziando ad entrare nei meccanismi di Garcia. Per il Frosinone buona partita, gli uomini di Stellone vendono cara la pelle e sin dall’iniziano non disdegnano la giocata e le folate offensive. Non male il centrocampo, con Cibsah che macina chilometri ma soprattutto con Tonev, che si è fatto valere sia in fase di non possesso che in proiezione offensiva. Buona prova anche per Dionisi, mentre Ciofani ci prova ma le palle giocabili sono poche per un attaccante della sua stazza. In proiezione offensiva bene Soddimo, meno in fase difensiva. Stesso discorso per Rosi, arrivato più volte alla conclusione. Il pacchetto arretrato tiene bene, fondamentale però la disattenzione sul primo gol, subito dagli sviluppi di una rimessa laterale dalla sinistra.

IL MOMENTO – Primo tempo, minuto 43’, rimessa laterale dalla sinistra per la Roma. La palla parte, diretta al centro dell’area di rigore, Dzeko e Diakité saltano insieme, ma nessuno dei due colpisce la sfera che rimbalza a terra, prima di dirigersi verso Iago Falque. L’ex Genoa si avventa sul pallone insieme a Soddimo: i due vanno in contrasto ma è l’attaccante a toccarla meglio e, con la complicità dell’esterno del Frosinone, deposita la palla in porta. Questa la rete del vantaggio giallorosso.

LA GIOCATA –  Siamo al 48′ minuto della ripresa, il Frosinone cerca il pareggio ma le squadre sono stremate. Iturbe, però, appena entrato, non è stanco e ha la forza di proporsi in avanti: contropiede Roma, due uomini al centro dell’area di rigore, ma l’ex Verona sterza sul sinistro e fa partire un bolide che trafigge Leali. La Roma vince 2-0.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Frosinone-Roma 0-2 ( 44′ Iago Falque, 93′ Iturbe) 

Frosinone (4-4-2): Leali 6; Rosi 6,5, Blachard 6, Diakitè 6, Pavlocic 6; Tonev 6,5, Gucher s.v.(20′ pt Sammarco 6), Chibsah 6, Soddimo 6 (43′ st Longo sv); D. Ciofani 5,5, Dionisi 6 ( 31′ st Verde 5,5) A disp.: Zappino, M. Ciofani, Crivello, Bertoncini, Russo, Sammarco, Verde, Frara, Paganini, Longo, Castillo All.: Stellone

Roma (4-2-3-1): Szczesny 6,5; Florenzi 7, Rudiger 6, Manolas 6,5, Digne 6,5; De Rossi 6,5, Keita 6,5; Gervinho 5,5, Totti 5,5 (35′ st Iturbe 6,5), Iago 7 (20′ st Salah 6); Dzeko 6 (12′ st Nainggolan 6) A disp.: De Sanctis, Maicon, Emerson, Gyomber, Castan, Torosidis, Nainggolan, Uçan, Vainqueur, Salah, Iturbe, Ponce All.: Garcia

Arbitro: Gervasoni

Ammoniti: 27′ Iago, 39′ Totti, 40′ Ciofani, 63′ De Rossi, 75′ Rosi

SHARE