SHARE

Pinilla

Al Mapei Stadium Sassuolo e Atalanta danno vita ad una partita spettacolare, decisa dalle reti messe a segno nel primo tempo ma ricca di emozioni anche nella ripresa. I neroverdi sbagliano un rigore in avvio di partita con Sansone e sono costretti a rimontare per due volte le reti di Pinilla (13′ e 33′) con Magnanelli (22′) e Floro Flores (41′). In avvio di secondo tempo l’attaccante cileno si fa espellere e costringe i suoi a più di mezz’ora di sofferenza, prima del rosso a Vrsaljko che manda Maxi Moralez sul dischetto, a sua volta ipnotizzato da Consigli.

CHIAVE TATTICA – Moduli speculari  ma interpretazioni diametralmente opposte da parte delle due formazioni in campo: il Sassuolo gioca molto corto e con il baricentro alto, l’Atalanta sfrutta più l’ampiezza del campo e attende basso le iniziative avversarie, puntando forte sulle ripartenze e appoggiandosi a Pinilla. Il pallino del gioco è come da previsione in mano ai neroverdi, abili a palleggiare nello stretto e a sfruttare i tagli dei propri attaccanti che non mancano di partecipare alla manovra. I bergamaschi d’altro canto, forti di un centrocampo più muscolare rispetto agli avversari, si rendono pericolosi ogni qualvolta riescono a strappare il pallone dai piedi dei centrocampisti di Di Francesco e a puntare una difesa gioco forza scoperta in queste situazioni. La grande intensità messa in campo da entrambe le compagini rende piuttosto equilibrata una partita che di fatto è decisa da giocate estemporanee o da errori individuali.
Nella ripresa, con l’Atalanta in dieci, Di Francesco inserisce Politano, Floccari e Falcinelli per Sansone, Defrel e Floro Flores, puntando ad allargare le maglie della difesa bergamasca, ma un pasticcio di Vrsaljko ripristina la parità numerica e consegna il match point dal dischetto a Maxi Moralez, fermato da Consigli che risponde al dirimpettaio Sportiello, protagonista a sua volta di un rigore parato a Sansone in avvio di partita.

I PROTAGONISTI – Mauricio Pinilla, nel bene e nel male, è il grande protagonista della partita. Il cileno, autore di una doppietta,  è bravo a mettere costantemente sotto pressione la retroguardia del Sassuolo e ad approfittare di ogni errore o distrazione avversaria, come in occasione del momentaneo 1-2. Come di consueto l’attaccante dell’Atalanta rovina una bella prestazione rimediando un giallo per simulazione nel finale di primo tempo e un altro ad inizio ripresa per un fallo completamente inutile.
Nel Sassuolo i trascinatori sono Magnanelli e Floro Flores, entrambi autori di due splendidi goal dalla distanza. Il capitano è l’autentico metronomo della squadra e non c’è azione del Sassuolo che non passi dai suoi piedi, mentre l’attaccante, reduce dalla polemica di Bologna, trova il terzo goal in altrettante partite candidandosi al ruolo di uomo chiave del reparto avanzato di Di Francesco, orfano di Zaza e -momentaneamente- dell’infortunato Berardi.

IL MOMENTO – Il rigore parato da Consigli a Maxi Moralez ad una manciata di minuti dal termine cambia faccia per l’ennesima volta ad una partita incredibile, apertasi con un altro rigore parato da Sportiello a Sansone. L’espulsione di Mauricio Pinilla in avvio di ripresa cambia faccia ad una partita sino a quel momento molto equilibrata. L’Atalanta è costretta a giocare un tempo in inferiorità numerica e ad abbassare ulteriormente il proprio baricentro, rinunciando così alla battaglia in mezzo al campo che nel primo tempo aveva garantito ai bergamaschi l’equilibrio. Con una porzione in più di campo a disposizione il Sassuolo può manovrare con più calma in cerca di una crepa nel muro eretto da Reja dopo il rosso al suo attaccante, ma una follia di Vrsaljko ristabilisce la parità numerica e regala un finale concitato ad una partita splendida.

LA GIOCATA – Partita ricca di goal fantastici, ma ancora una volta è Mauricio Pinilla a rubare la scena con il pezzo forte del suo repertorio, la rovesciata. Questa volta il bomber atalantino si supera proponendo una bicicletta al contrario, colpendo con il destro un pallone scodellato in mezzo dal “Papu” Gomez dalla sinistra.

 

TABELLINO E PAGELLE DEL MATCH

SASSUOLO-ATALANTA 2-2

SASSUOLO (4-3-3):  Consigli 6.5; Vrsaljko 5, Cannavaro 6, Acerbi 6, Peluso 5; Missiroli 7, Magnanelli 7, Duncan 5.5; Floro Flores 6.5 (78′ Falcinelli s.v), Defrel 5.5 (65′ Floccari 6), Sansone 5 (63′ Politano 5.5).
A disp.: Pomini, Pegolo, Longhi, Gazzola, Fontanesi, Terranova, Biondini, Pellegrini, Laribi, Politano, Falcinelli, Floccari. All.: Di Francesco

ATALANTA (4-3-3): Sportiello 7; Bellini 6 (80′ Toloi s.v), Paletta 6, Cherubin 5.5, Dramé 6.5; Carmona 6.5, De Roon 5.5, Kurtic 6 (dal 56′ Raimondi 6); Moralez 5, Pinilla 6, Gomez 6.5 (70′ Monachello 6).
A disp.: Bassi, Stendardo, Toloi, Masiello, Cigarini, Radunovic, Raimondi, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro, Denis, Monachello. All.: Reja

Marcatori: 13′ Pinilla (A), 22′ Magnanelli (S), 33′ Pinilla (A), 41′ Floro Flores (S).
Ammoniti: 6′ Cherubin (A), 19′ Paletta (A), 23′ Bellini (A), 26′ Duncan (S), 38′ Pinilla (A), 61′ Sansone (S), 83′ Vrsaljko (S), 89′ Missiroli (S), 92′ Toloi (A)
Espulsi: 48′ Pinilla per doppia ammonizione, 84′ Vrsaljko per doppia ammonizione
Angoli: 4-2
Note:

SHARE