SHARE
Ph. BBC
Ph. BBC
Ph. BBC

Al Newcastle non basta una prestazione pressochè perfetta per superare il Chelsea. La squadra di McClaren va sul 2-0 grazie ai gol di Perez e Wjinaldum, ma gli uomini di Mourinho con un generoso arrembaggio finale agguantano il pari grazie a Willian su punizione, di Ramires il gol che ha riaperto i giochi.

CHIAVE TATTICA– Il Newcastle domina letteralmente il primo tempo, facendo sembrare i campioni d’Inghilterra una squadretta qualsiasi e facendo dimenticare gli appena due punti conquistati in sei partite. Il 4-4-2 messo in campo dal traballante McClaren crea tanti problemi a Mourinho perchè sugli esterni i Blues, complice l’inesistente lavoro in copertura di Hazard e Pedro, vanno sempre in inferiorità numerica. Il vero problema però per il Chelsea è il fatto che in mezzo al campo Anita e Sissoko divorano Matic e Fabregas intercettando diverse palloni e innescando i veloci avanti bianconeri. Nella ripresa il Chelsea cresce leggermente ma il gol di Wjinaldum è una mazzata che scatena un minimo di reazione dei Blues ma molto confusionaria. Alla fine il Chelsea si salva grazie a due episodi come il tiro da fuori di Ramires e la punizione di Willian, ma ai punti il Newcastle avrebbe vinto.

I PROTAGONISTI– Nel Newcastle Ayoze Perez si prende la copertina per il gol stupendo ma sono tanti gli uomini di McClaren a convincere. A partire da Wijnaldum autore del raddoppio bianconero, fino ad arrivare alle ottime prove di Sissoko, Anita e, soprattutto, Janmaat l’uomo ovunque dei padroni di casa. Nel Chelsea vale quasi il discorso opposto. Si salvano ovviamente Ramires, autore del gol della speranza, e Willian, l’uomo che ha regalato il pari. Bene anche Begovic autore di un paio di parate importanti che hanno tenuto a galla i suoi nel primo tempo. Molto male invece Fabregas, sia perchè soffre in mezzo al campo, sia perchè si perde completamente Wijnaldum sul corner del 2-0. Non brillano affatto nemmeno i talenti offensivi Hazard, Pedro, Oscar e Remy. Tutti non pervenuti o quasi.

LA GIOCATA– Il gol di Ayoze Perez è un gioiello. Non tanto per la splendida girata di destro che bacia il palo e si insacca (che pure è bellissima) bensì per il delizioso aggancio al volo di tacco che gli permette di trovarsi il pallone nella giusta posizione per scaraventarlo in porta.

IL MOMENTO– Il gol di Ramires, vuoi o non vuoi, cambia la partita. Proprio quando il Chelsea sembrava morto e il Newcastle in totale controllo, la mazzata del brasiliano scuote gli uomini di Mourinho e avvia la clamorosa rimonta, fino a quel momento, insperata.

Newcastle-Chelsea 2-2: 42′ Perez, 60′ Wijnaldum, 78′ Ramires, 86′ Willian.

Ammoniti: Colback, Ivanovic, Pedro.

LE PAGELLE:

NEWCASTLE (4-4-2); Krul 6.5; Janmaat 7, Mbemba 6, Coloccini 6, Mbabu 6; Sissoko 6.5 (92′ De Jong S.V.), Anita 6.5, Colback 6 (54′ Obertan 6), Wijnaldum 6.5; Perez 6.5, Mitrović 6.5 (84′ Toney S.V.). All. McClaren 7.

CHELSEA (4-2-3-1): Begovic 6, Ivanovic 6, Cahill 5.5, Zouma 5.5, Azpilicueta 5; Matic 5 (61′ Willian 5.5) , Fabregas 4.5; Pedro 5, Oscar 5.5 (72′ Ramires 6.5), Hazard 5.5; Remy 5 (61′ Falcao S.V.). All. Mourinho 5.

SHARE