SHARE

aubameyang

Al Signal Iduna Park di Dortmund si chiude la 7/a giornata di Bundesliga con il confronto tra i gialloneri di casa e il sorprendente Darmstadt di questo avvio di stagione. Goal e spettacolo che valgono il 2-2 finale con le firme di Aubameyang, Heller e Sulu a tempo quasi scaduto.

LA CHAVE TATTICA – I padroni di casa guidati in panchina dal nuovo condottiero Thomas Tuchel si presentano alla prova Darmstadt con il collaudato 4-1-4-1 che tante gioie ha portato nei turni precedenti. I gialloneri sostenuti dal pubblico del Signal Iduna Park provano subito a prendere in mano la partita prendendo possesso del centrocampo e di conseguenza del pallino del gioco tramite una squadra molto alta che predilige un palleggio in mediana per liberare sugli esterni uno dei funamboli che compongono l’attacco, il tutto con il sostegno incessante dei terzini sempre alti a caccia della sovrapposizione. Questi movimenti portano ad un’inevitabile esposizione dei due centrali di difesa coperti dal solo Weigl. Il Darmstadt dal canto suo si difende con ordine soffrendo il minimo indispensabile con il 4-4-1-1 di partenza che in fase di non possesso si trasforma in un 4-5-1 con l’abbassamento di Rosenthal in mediana per creare maggiore densità davanti alla difesa. Proprio da un recupero difensivo nasce la ripartenza che intorno al ventesimo porta alla doccia fredda dei gialloneri fin li mai sollecitati nella retroguardia. La prima frazione si chiude ancora con il Dortmund a caccia del pareggio tramite una lunga e sterile ragnatela di passaggi che favorisce il gioco ospite di difesa e ripartenza. L’avvio di ripresa sembra ricalcare la falsa riga della prima frazione, ma con i primi cambi, quello forzato di Niemeyer e quello per scelta tecnica di Tuchel che lancia nella mischia Januzaj per Reus, cambiano volto alla gara. Gli ospiti non riescono più ad uscire e il Dortmund chiude all’angolo gli avversari come un pugile con l’inevitabile conseguenza delle reti prima del pareggio e poi del sorpasso a firma Aubameyang. I padroni di casa cominciano così a macinare gioco creando diverse situazioni pericolose, divertendo e divertendosi. Il Darmstadt con le poche forze residue tenta di dare un senso al finale di gara anche con l’inserimento di un’altra punta, senza impensierire più di tanto Burki fino al 90’ quando da una punizione innocua calciata da oltre 40 metri, una mischia in area di rigore porta alla zampata vincente di Sulu che sancisce il 2-2 finale. Ottimo punto per il Darmstadt, mentre il BVB perde il passo della corazzata Bayern.

I PROTAGONISTI – Inevitabile citare Pierre Aubameyang che nella partita fa il bello e il cattivo tempo, prima sbagliando di tutto nella prima frazione e poi salendo in cattedra nei secondi 45 minuti con una doppietta di livello che porta il suo bottino a 9 reti in questa Bundesliga. L’altro lato della medaglia è rappresentato da Marco Reus che gioca un’ora con da titolare senza mai incidere prima di lasciare spazio a Januzaj. Negli ospiti buone le prove di Heller e Gondorf che confezionano la splendida rete dell’iniziale vantaggio e offrono una prova di grandissimo sacrificio e abnegazione. Male invece l’assetto difensivo del Dortmund che lascia tanto spazio alle ripartenze del Darmstadt e capitola sugli unici due tiri in porta dei Lilien.

LA GIOCATA – 4 reti e uno spettacolo crescente nella ripresa con il Dortmund in vantaggio, ma la giocata del match è marchiata Darmstadt: recupero palla sulla propria trequarti e ripartenza da manuale con tre passaggi che porta al cross al bacio Gondorf per la bomba di destro di Heller del momentaneo 1-0.

IL MOMENTO – Intorno all’ora di gioco il match cambia radicalmente, dopo tanto possesso sterile del BVB e un’attenta fase difensiva degli ospiti. In un sol colpo Tuchel lancia nella mischia Januzaj e Schuster deve fare forzatamente a meno di Niemeyer in mediana. Il Darmstadt abbassa il baricentro e il Dortmund ne approfitto con l’uno/due che per poco non valer i tre punti.

TABELLINO E PAGELLE:

Borussia Dortmund-Darmstadt 2-2 (17’ Heller, 63’ Aubameyang, 71’ Aubameyang, 90’Sulu)

Ammoniti: Wagner, Heller (D)

Espulsi:

Borussia Dortmund (4-1-4-1): Bürki 5,5; Ginter 5,5, Sokratis 5,5, Hummels 5,5, Schmelzer 6; Weigl 6, Gündogan 5,5; Mkhitaryan 6,5, Kagawa 5,5 (Ramos sv), Reus 5 (Januzaj 6,5); Aubameyang 7. All. Tuchel

Darmstadt (4-4-1-1): Mathenia 6; Garics 5,5, Sulu 6,5, Caldirola 6, Diaz 6; Niemeyer 6,5 (Jungwirth 5,5), Gondorf 6,5 (Hengel sv); Heller 7, Rausch 6 (kempe 5,5); Rosenthal 6, Wagner 5,5. All. Schuster

SHARE