SHARE

inter-fiorentina-seriea

Diramate le formazioni ufficiali di Inter-Fiorentina, posticipo serale della 6° giornata di Serie A 2015/16. Big match a San Siro tra le prime della classe, i nerazzurri vogliono continuare a stupire mentre i gigliati proveranno l’aggancio al biscione in testa alla classifica.

Formazioni ufficiali Inter-Fiorentina

Inter (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Miranda, Medel, Telles; Guarin, Melo, Kondogbia; Perisic; Jovetic, Icardi. All. Mancini

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Gonzalo Rosdriguez, Astori, Roncaglia; Badelj, Vecino, Marcos Alonso, Kuba; Borja Valero, Ilicic; Kalinic. All. Sousa

Inter-Fiorentina, le sensazioni

Mancini“Ci vuole sempre attenzione, a maggior ragione contro una squadra così offensiva. Sarà una bella partita. Loro giocano bene, quindi ci vorrà una grande partita per vincere. Davanti sono pericolosi e dobbiamo sfruttare le nostre occasioni. Sarà un match difficile per entrambe. La squadra è solida questo mi fa piacere. Ovviamente dobbiamo migliorare, sia in difesa sia in fase offensiva. Tutto deve migliorare. Non mi interessa se qualcuno dice che giochiamo male, sono in grado di giudicare da solo. Non credo ci siano squadre perfette. La squadra ha la mentalità giusta. Spero che i risultati possano essere sempre così per arrivare sempre più in alto”.

Sousa – “Noi lavoriamo sempre per vincere, a prescindere dagli avversari. Vogliamo pensare di poter competere con squadre che hanno valori superiori ai nostri senza porci dei limiti. Ed essere felici di poter lottare a questi livelli. I nerazzurri sono lassù perché hanno qualità ed esperienza nei giocatori, compreso nell’allenatore: hanno una cultura e una storia calcistica importante. Tutto questo aiuta a prendersi i risultati. Sono una squadra equilibrata con reparti stretti, fanno gioco anche quando non creano tanto. Oltre a questo ci sono tantissime individualità e sanno di poter lottare per lo scudetto. La nostra unità dovrà essere la nostra forza. Reparto migliore dell’Inter? Hanno un centrocampo di intensità, qualità, e grande componente fisica. Oltre alla maturità. Gli arbitri sono elementi importanti nel calcio, noi dobbiamo solo pensare ad aiutarli per avere la giusta serenità a decidere nella maniera corretta. La qualità degli arbitri in Italia è altissima, tocca a noi proteggerla. Se noi mettiamo questi dubbi sulla partita, difficilmente verrà fatta bene”.

Stefano Mastini

SHARE