Jorginho, l’agente: “Con Benitez non giocava nel suo ruolo”

Jorginho, l’agente: “Con Benitez non giocava nel suo ruolo”

Jorginho

Joao Santos, agente di Jorginho, centrocampista del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc:

JUVENTUS –  “Voleva battere la Juventus, si è esaltato molto nel provare a compiere l’impresa ed era soddisfatto al termine del match. Pian piano sta venendo fuori tutta la sua personalità. Contro il Carpi ha giocato solo 20 minuti, quando invece gioca 90 minuti certamente può dare un apporto maggiore alla squadra. Lui ha un piede molto preciso, sono contento che tutti state imparando ad apprezzare le sue doti”

RUOLO – “Se viene impiegato nel suo ruolo, riesce ad esprimersi bene. Solo con Benitez ha giocato in un’altra posizione del campo. Jorginho sta migliorando e credo possa fare ancora di più: è il giocatore del Napoli che ha recuperato più palloni. Anche in passato tra le sue prerogative c’era quella di recuperare più la sfera”.

CONTE – “Credo che il tecnico della Nazionale abbia guardato tutti gli italiani in campo. De Laurentiis ha detto che Jorginho è un giocatore da Nazionale e la raggiungerà solo giocando con continuità. Speriamo che Conte lo tenga presente nelle convocazioni, lo sapremo solo più avanti: l’obiettivo è quello di andare all’Europeo”

STAGIONE – “E’ stato il calciatore più preciso finora nel Napoli perché gioca in una posizione del campo che lo esalta. Quest’estate non c’è stato il rischio che andasse via. Certo, se fosse rimasto Benitez probabilmente sarebbe andato via e anche prima della partita col Brugge stavo trattando la cessione di Jorginho per gennaio e avevo trovato quattro squadre in Italia interessate a lui. Le società italiane lo conoscono bene, ma questo è il mio mestiere.  Ringraziamo Sarri che sta dando l’opportunità al mio assistito di giocare e dimostrare il suo valore. Giuntoli è stato decisivo nell’operazione del riscatto di Jorginho perché mi ha sempre detto che non lo avrebbe lasciato partire, è sempre stato convinto di volerlo trattenere”.