SHARE

yermakovich

Archiviata la sesta giornata di Serie A, per la Roma di Rudi Garcia è nuovamente tempo di Champions League: la squadra giallorossa dopo aver compiuto l’impresa bloccando il super Barcellona di Luis Enrique all’Olimpico sull’1-1 grazie alla strepitosa rete di Florenzi nella prima giornata, si accinge ad affrontare la trasferta bielorussa in casa del Bate Borisov per il secondo turno della fase a gironi della massima competizione europea. Raggruppamento decisamente ostico che presenta oltre al Barça e ai prossimi avversari bielorussi, anche il Bayer Leverkusen giustiziere della Lazio nei preliminari e già a tre punti con il convincente successo di due settimane fa proprio contro il Bate. Intanto il tecnico bielorusso Aljaksandr Yermakovich ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-partita presentando proprio il confronto diretto con i giallorossi che presenta un peso specifico già molto importante da ambo i lati. Yermakovich ha esordito elogiando proprio la Roma reduce dalla convincente prova interna contro il Carpi di Castori demolito con il punteggio di 5-1: ” Affrontiamo una grande squadra. I giallorossi sono tutti grandi giocatori, e non è un caso che contro il Carpi le 5 reti siano arrivate da 5 elementi diversi. Serviranno qualità, fortuna e l’apporto dei nostri tifosi per farcela“.

NESSUN VANTAGGIO – Yermakovich ha proseguito agganciandosi ancora alla sfida vinta in campionato dalla Roma che ha lasciato strascichi importanti in casa giallorossa, ma non tali secondo il tecnico di casa da poter influire sul match: “Non credo che le assenze influenzeranno in qualche maniera la loro manovra e il loro stile. La Roma è una delle più grandi squadre italiane e ha tanti buoni giocatori in rosa: i sostituti saranno di sicuro all’altezza. Chi gioca in una squadra italiana non ha bisogno di presentazioni”.

TATTICA – L’allenatore del Bate ha poi concluso: “Attaccare dall’inizio? Vedremo un po’, in realtà ho già deciso la formazione ma non voglio rivelare nulla. Per fare punti contro la Roma serviranno tutti i fattori possibili. Ma sono fiducioso: saremo in grado di competere contro un avversario comunque superiore. Cercheremo di regalare delle belle emozioni ai nostri tifosi. Garcia? Ha mantenuto sempre la stessa filosofia. Come la Roma attuale, anche il Lille, che ha affrontato il Bate nel 2012, aveva un gioco molto offensivo“.

SHARE