SHARE

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha commentato la vittoria contro il Siviglia ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo fatto delle buone prestazioni in campionato ma non siamo riusciti a vincerle, dobbiamo provarci domenica ma a questi punto sarà quella la gara più difficile visto che abbiamo solo cinque punti. Oggi abbiamo fatto una buona gara in difesa, lo spirito è stato quello giusto, i ragazzi si sono messi a disposizione. Stasera avevamo un attacco giovanissimo, non si può pretendere tutto e subito da giocatori che non hanno esperienza internazionale, invece stasera hanno dimostrato di essere all’altezza. Dobbiamo archiviare subito questa partita perché ora ci serve vincere in campionato. La sensazione era che il Siviglia non avrebbe trovato varchi anche giocando 2-3 ore. I ragazzi hanno difeso in modo ordinato, abbiamo tenuto la partita in mano e nella ripresa abbiamo fatto molto bene. In Europa conta tantissimo la tecnica, ci sono più spazi e bisogna stare molto attenti. Che la squadra facesse un’ottima gara ero convinto, sono sempre stato sereno.  Non ho nessun sassolino da togliermi. Sono convinto di quello che faccio e mi sembra di aver ottenuto diversi buoni risultati. Forse non piacciono o non vengono capite certe mie battute. Ma io sono di Livorno, non ci posso fare niente, sono fatto così. Oggi eravamo un blocco unico, a Napoli no. E questo indipendentemente dal modulo che viene schierato. Non dimentichiamo che avevamo in attacco due giovani come Dybala e Morata, che garantiscono un grande futuro. Hernanes ha fatto una grande partita, era troppo brutta per essere vera quella con il Napoli. A Napoli abbiamo fatto una partita brutta dal punto di visto tecnico. Oggi la gestione della partita è stata da squadra matura”.

SHARE