SHARE

Rassegna Stampa Italia, le prime pagine dei maggiori quotidiani sportivi nazionali del 1 ottobre: celebrata l’impresa della Juventus in Champions League, che abbatte il Siviglia e si porta prima nel girone.

La Gazzetta dello Sport apre con Signora d’Europa: riscatto bianconero, è tutta un’altra squadra. Morata (quinta rete consecutiva in Champions, eguagliato Del Piero) e Zaza, Juve prima a punteggio pieno: in campionato cinque punti in sei partite, in Champions sei in due. Cristiano Ronaldo da record, trascina il Real e segna il gol numero 500 in carriera. L’Inter ringhia, idea Medel-Melo a centrocampo. Milan, proroga a Mr. Bee, Mihajlovic trova Mr. Boa: il ghanese, in rotta con lo Schalke, lavorerà con i rossoneri: si deciderà a gennaio. Fiorentina in casa del Belenses: a casa Sousa la viola si presenta con Pepito. Napoli con Valdifiori, Lazio a tutto Felipe Anderson.

Il Corriere dello Sport apre con Juve Eurostar a tutta pagina: Morata eguaglia Del Piero, bene Cuadrado e Khedira. Allegri a punteggio pieno, il City piega il Borussia. In testa Inter e Milan: io nerazzurri studiano Bellarabi per gennaio, al Milan c’è Boateng in prova a Milanello. Ronaldo, quota 501 gol: battuto Raul, vincono PSG e United. Roma ad alta tensione, Garcia è sotto esame: il club processa il tecnico, tifosi furibondi. Scudetto in provincia: il Sassuolo sogna, la storia dice che altre piccole sono riuscite a trionfare.

Concludiamo la nostra rassegna stampa con l’edizione odierna di Tuttosport: il giornale torinese titola a tutta pagina I Matador. Morata-Zaza, in Champions la Juve vola. Dominato il Siviglia: adesso i bianconeri sono soli al comando del girone, mentre il City ribalta il Gladbach e si porta secondo a pari merito con gli spagnoli. Bellissime notizie per i tifosi del Toro: il 17 ottobre rinasce il Filadelfia. Aggressivo il quotidiano torinese sul Milan: “Farsa Milan, altro rinvio con Mr. Bee”. Sarri ammonisce il Napoli “contro il Legia niente scherzi”, il riscatto viola passa da Rossi. Vinci ammazza-grandi: la sua ultima vittima è la Kvitova.

SHARE