SHARE

tinnerholm

Serata storica quella di ieri a Malmoe per Cristiano Ronaldo che con l’ennesima doppietta ha polverizzato ancora una volta un paio record con la camiseta del Real Madrid. Grazie alle due reti di ieri il suo score in maglia blanca sale addirittura a 323, una cifra che non rappresenta un numero qualunque dalle parti della capitale spagnola. CR7 infatti ha raggiunto in vetta alla classifica marcatori all time del Real Madrid la leggenda del calcio madrileno Raul Gonzalez dal quale 6 anni fa ereditò proprio la maglia numero 7, superandolo per giunta in quella dedicata alle reti in Champions League indossando la casacca del Madrid con 67. Ma i numeri spaventosi del gioiello di Funchal non si fermano di certo qui, infatti in un sol colpo ha battuto Raul e raggiunto a livello personale quota 501 goal in carriera distribuiti tra Sporting Lisbona, Manchester United, Real Madrid e nazionale portoghese entrando così in un ristretto gruppo di campioni in grado di compiere tale impresa appena all’età di 30 anni.

ORGOGLIO MALMOE – Gli stratosferici numeri del portoghese non sembrano apprezzati però proprio da tutti, infatti il difensore svedese del Malmoe, Anton Tinnerholm, nel post partita ha dimostrato grandissimo orgoglio di fronte ai giornalisti presenti preferendo la maglia del Malmoe a quella di CR7, pare rifiutata al triplice fischio finale del match. Ecco le parole di Tinnerholm schietto e sincero: “Scambiare la maglia con Ronaldo? No grazie non mi interessa, la più bella per me è quella del Malmoe. Abbiamo fatto di tutto per non far segnare il Real ma non ci siamo risusciti”.

Il 24enne difensore svedese del Malmoe ha poi corretto leggermente il tiro elogiando comunque come ha potuto il fortissimo avversario: “Ronaldo non è che si sia visto molto, ma ha segnato due goal. Questo la dice lunga su quanto sia forte, è un campione“.

SHARE