SHARE

castro

Pareggio giusto al Bentegodi nell’anticipo serale della settima giornata di serie A tra Chievo e Verona. Un derby a tratti noioso, reso più avvincente e divertente dal clamoroso errore del guardalinee Tonolini che ha convalidato la rete del momentaneo vantaggio di Pisano, nonostante il calciatore si trovasse in palese ed evidente posizione di fuorigioco. Questione di metri, topica enorme. Poco dopo i ragazzi di Maran hanno trovato la rete del definitivo uno a uno grazie ad una bella incornata dell’argentino Castro. Il Verona, ancora una volta, non riesce ad amministrare il vantaggio e resta impelagato nei bassifondi della classifica. Il pari fa gioco al Chievo: dodici punti in sette gare. Un ottimo bottino, in vista della sosta

 

-Analisi tattica: Mandorlini, costretto a fare la conta dei disponibili, vara un 4-3-3 atipico negli uomini, con Sala inserito nel tridente offensivo, completato da Jankovic e Gomez. Atteggiamento guardingo, con gli esterni alti spesso costretti ad abbassarsi sulla mediana per contenere gli spunti di Gobbi e Hetemaj, autentica spina nel fianco per l’Hellas. Poche emozioni nel primo tempo ma il Chievo si lascia preferire per la qualità delle giocate, affidate al talento di Birsa. Nella ripresa il Verona si scrolla di dosso la tensione e aumenta i ritmi ma le occasioni continuano a latitare. Il gol di Pisano cambia il canovaccio del match: Maran rischia il tridente pesante e inserisce Inglese.  Poco dopo Castro, di testa, firma il pari. Tante occasioni nel finale, sia da una parte che dall’altra, ma il risultato non cambia più.

-Protagonisti: Tra i migliori in campo c’è Rafael, spesso bersagliato dai tifosi. Il portiere scaligero salva il risultato in più di un’occasione ma non può nulla sulla testata di Castro.

-Giocata: La giocata più discussa è quella del guardalinee Tonolini, reo di non aver ravvisato un  fuorigioco clamoroso in occasione del gol di Pisano. Errore da matita blu

-Momento: Nel corso del concitatissimo finale di gara, sia il Chievo che l’Hellas hanno avuto l’opportunità di aggiudicarsi l’intera posta il palio. Al 90’, un tiro a botta sicura di Rigoni, è stato deviato in angolo da Rafael. Quattro minuti più tardi, Cesar ha sfiorato un clamoroso autogol ma Bizzarri, con un colpo di reni, ha evitato la terribile beffa.

 

CHIEVO-VERONA 1-1: TABELLINO E PAGELLE DEL MATCH

CHIEVO 4-3-1-2: Bizzarri 6.5, Frey 6, Cesar 6, Gamberini 6.5 (24’st Cacciatore 6) Gobbi 6.5; Hetemaj 6.5 (37’st Inglese sv) Castro 6.5, Rigoni 6; Birsa 6 (9’st Pepe 5.5); Paloschi 5, Meggiorini 5.5. All Maran

VERONA 4-3-3: Rafael 7, Pisano 6, Helander 6, Moras 6, Souprayen 6; Halfredsson 6.5, Greco 5.5, Viviani 6; Sala 5.5 (34’st Bianchetti sv) Gomez 5 (39’st Matuzalem sv) Jankovic 5.5 (35’st Siligardi sv). All. Mandorlini

Arbitro: Doveri

Reti: 25’st Pisano (V), 38’st Castro

Note: Ammoniti Cesar, Gobbi, Meggiorini. Recupero 1’ pt 4’ st

SHARE