SHARE
Zlatan Ibrahimovic (psg) marque le second but sur un second panalty FOOTBALL : Paris st Germain vs OM - Ligue 1 - 04/10/2015 StephaneAllaman/Panoramic PUBLICATIONxNOTxINxFRAxITAxBEL Zlatan Ibrahimovic PSG Marque Le Second But sur UN Second panalty Football Paris St Germain vs OM Ligue 1 04 10 2015 StephaneAllaman Panoramic PUBLICATIONxNOTxINxFRAxITAxBEL

231433526-f515e8c4-3ee8-4b2d-9456-cf8d19660d03

Ciak, si “Ibra”! Se ne parla ormai da tempo, ma il film sulla vita di Zlatan Ibrahimovic potrebbe tramutarsi a breve da idea a pellicola vera e propria: “Zlatan, the movie”.  E’ lo stesso Ibrahimovic a parlarne dal ritiro della nazionale svedese a Stoccolma, fresco di contratto con la Universal Studios firmato ad aprile: “Stiamo discutendo, poi alla fine decido io. Se dobbiamo fare un film tutto deve essere fatto nel modo giusto. Sarebbe bello un film sulla mia vita e la mia carriera. Però, ripeto, tutto deve perfetto se dobbiamo farlo. Discutiamo e poi vedremo”.

Intanto Zlatan conquista record su record. L’ultimo è quello di gol con la maglia del Paris Saint-Germain conquistato lo scorso weekend: battuto il precedente primato di un ex attaccante del Psg, Pauleta, ora quarantaduenne, fermo a 109 reti. Con la doppietta dal dischetto contro l’Olympique Marsiglia Ibrahimovic entra nella storia del club parigino, queste le sue parole: “Sono contento, è tutto fantastico. È la prima volta nella mia carriera che resto in un club più di tre anni ed è bello battere il record di uno che ci ha giocato sei o sette stagioni. Spero che sarà veramente difficile per gli altri batterlo in futuro”. Zlatan Ibrahimovic è diventato ufficialmente il miglior marcatore della storia del Paris Saint-Germain. Con la doppietta di domenica sera contro il Marsiglia lo svedese ha raggiunto quota 110 gol totali. Gol, vittoria e primato per i parigini, che si sono confermati primi con 23 punti. A fine match Ibra ha anche ricevuto un premio dal club per lo storico traguardo raggiunto.

Nel presente c’è però la sua Svezia e i match contro Lichtenstein e Moldova decisivi per la qualificazione all’Europeo: “Lasciare la nazionale? No, è troppo presto. Sono qui per portare la Svezia in Francia, all’Europeo, e penso solo a questo. Possiamo ancora farcela. L’allenatore dell’Under21 Ericson mi ha invitato come fuoriquota alle Olimpiadi di Rio2016, ma per ora penso all’Europeo. Preferisco giocare il campionato europeo, è più importante. Non so se dopo il 2016 continuerò con la Nazionale”