SHARE

2D149B7300000578-0-image-m-51_1444084055788

Emre Can, centrocampista del Liverpool, ha parlato della possibilità di vedere nei possimi giorni Jurgen Klopp sulla panchina dei Reds, dopo l’esonero dell’ex tecnico Brendan Rodgers. Queste le dichiarazioni del centrocampista tedesco di origine turca: “Jurgen Klopp è sicuramente un grande allenatore. Penso lo abbia dimostrato pienamente alla guida del Borussia Dortmund, così come ha dimostrato di poter allenare qualsiasi club del mondo. Abbiamo avuto un forte calo di forma negli ultimi match che ci è costato molto caro: la colpa è ricaduta tutta su mister Rodgers, ma tutti noi giocatori siamo responsabili per quello che è successo al Liverpool. Il mister ha fatto sempre un grandissimo lavoro. Sebbene sia stato puntato il dito contro Brendan Rodgers, anche noi giocatori abbiamo delle responsabilità. Lui ha fatto un buon lavoro. Sempre”. 

Il Liverpool ha deciso di esonerare Brendan Rodgers, sollevando dal suo incarico il tecnico nordirlandese dopo il pareggio per 1-1 nel derby in casa dell’Everton. Il suo ruolo era già stato più volte messo in discussione e la sua panchina traballava da un po’ di tempo. Il punto conquistato sul campo dei Toffees non è bastato per salvare il tecnico, la decisione era nell’aria da tempo e i vertici del Liverpool hanno deciso di licenziare Rodgers. I  Reds hanno raccolto 12 punti in 8 gare in Premier League, mentre in Europa League sono arrivati solo due punti in due partite, frutto dei pareggi contro il Bordeaux e il Sion. Brendan Rodgers era arrivato al Liverpool nel giugno del 2012.

Per Emre Can poi un’ultima battuta su Steven Gerrard, che per il Liverpool e i suoi tifosi è stato uomo simbolo e bandiera, un calciatore del quale attualmente si sente la mancanza in termini di leadership ed esperienza: “Gerrard? Mi ricordo che eravamo sul bus, stavamo andando ad affrontare il Chelsea ed eravamo concentrati sulla partita. Ero stato diverso tempo infortunato e avevo giocato raramente. Si mise a sedere accanto a me prima del calcio d’inizio e mi disse ‘Emre, è tempo di farsi valere’. Fa sempre piacere che un giocatore così importante venga ad incoraggiarti di sua volontà”

SHARE