SHARE

blatter

La FIFA sospende Blatter per 90 giorni con un provvedimento provvisorio: oltre allo svizzero rischia anche Platini, che verrà giudicato all’inizio della prossima settimana.

 

E’ di pochi minuti fa un’importante notizia riguardante la FIFA: il comitato d’indagine del comitato etico dell’organo calcistico ha infatti sospeso Sepp Blatter per 90 giorni. Secondo La Gazzetta Dello Sport la decisione verrà ratificata entro un paio di giorni dal giudice Hans-Joachim Eckert, ma la sospensione pare ormai praticamente cosa fatta.

Blatter, che proprio in questi giorni aveva ribadito la sua innocenza spiegando anche di voler restare in corsa fino alle elezioni del 26 febbraio prossimo, si vede così momentaneamente allontanato in virtù dello scandalo che lo ha coinvolto e che spesso ha monopolizzato la situazione calcistica degli scorsi mesi. Ricordiamo che Blatter è accusato di presunta gestione fraudolenta e di appropriazione indebita di danaro. Proprio pochi mesi fa Blatter aveva annunciato che a febbraio si sarebbe dimesso da Presidente FIFA ma, evidentemente, potrebbe essere costretto ad adoperarsi in tale scelta decisamente prima di quanto prestabilito ed auspicato. Ma lo svizzero non sarebbe il solo ad essere sotto l’occhio vigile del comitato: anche il Presidente UEFA Michel Platini sarebbe infatti in odore di sospensione. L’ex calciatore della Juventus è infatti sotto esame, a causa di un’indagine di polizia che accusa lui e Blatter di gestione illegale di fondi per 1,3 milioni di euro nell’anno 2011. Il comitato si esprimerà sulla sua situazione nella giornata di lunedì, ma una sospensione effettiva sembra più che probabile.

Il 79enne svizzero e il francese hanno sempre negato irregolarità, ma nonostante ciò si prevedono tempi durissimi per entrambi. Soprattutto Blatter dovrà avere a che fare anche con un’altra grana: Chung Mong-Joon, contendente alle prossime elezioni FIFA, ha infatti accusato Blatter di essere un bugiardo, annunciando che lo porterà in tribunale citandolo per appropriazione indebita di 100 milioni. Chung ha manifestato tutto il suo disappunto, spiegando come la FIFA sia ormai divenuta “un’organizzazione corrotta al servizio degli interessi di pochi”. Non ci resta che attendere i prossimi giorni per capire quale sarà il destino dei due uomini più potenti del calcio, attualmente in enorme difficoltà di consensi.

SHARE