SHARE

El Shaarawy

L’Italia volta a Baku per affrontare l’Azerbaijan e strappare il pass per Euro2016. Partita molto importante per gli azzurri guidati da Antonio Conte: in caso di sconfitta contro gli azeri bisognerà giocarsi tutto nell’ultima partita contro la Norvegia. Le formazioni ufficiali sono state diramate, la partita andrà in onda su Rai 1 a partire dalle 18.00.

Azerbaijan-Italia, le formazioni ufficiali

Azerbaijan (4-1-4-1) Aghayev; Medvedev, Huseynov, Sadygov, Dashdamirov; Garayev; Ismayilov, Nazarov, Amirgulyev, Eddy; Gurbanov. Allenatore: Prosinecki.

Italia (4-4-2) Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Candreva, Verratti, Parolo, El Shaarawy; Pellè, Eder. Allenatore: Conte.

Azerbaijan-Italia, le parole degli allenatori

Qui ProsineckiGiocheremo con il 4-5-1, ma sarà una partita molto difficile. Dopo quattro risultati utili, speriamo di centrare il quinto. Non sarà facile, ma vogliamo inaugurare lo stadio con un risultato positivo contro l’Italia“.

Qui ConteSono davvero molto soddisfatto dal lavoro che abbiamo svolto fino a questo punto, domani mi aspetto di vedere un’Italia determinata e pronta in tutte le fasi di gioco. Non dobbiamo farci sorprendere, siamo consapevoli della forza dei nostri avversari. Mi dispiace molto ma devo dirlo: Andrea Pirlo non potrà esserci a causa di una contrattura all’adduttore rimediata in allenamento. Andrea ha fatto un movimento strano e non sarà della partita. Spero possa recuperare per la prossima gara di martedì che giocheremo contro la Norvegia, lui è un giocatore che può darci tanto sia dentro che fuori dal campo. Il modulo lo deciderò in base a giocatori che manderò in campo. Dobbiamo comunque ottenere subito la qualificazione, perché cercarla all’ultima partita è sempre pericoloso. In questo momento il mio contratto non è di certo una priorità, lo è invece giocare e qualificarsi per l’Europeo in maniera bella. Ringrazio il presidente perché sono attestati di stima che fanno piacere, la passione e il lavoro che ci metto ci sarà il momento giusto per parlare di tutto“.

SHARE