SHARE
(foto: Mosca)

(foto: Mosca)

Attacchi Serie A: regna il Napoli con la coppia Insigne-Higuain, la Roma è una cooperativa del gol (6 giocatori a segno). Male il Frosinone, che ha mandato a segno il solo Dionisi.

Serie A al giro di boa: dopo sette giornate, poco meno di un quinto del campionato, la marcia spedita del campionato nostrano proseguirà a seguito del break per le Nazionali. Gli attacchi molto spesso riflettono lo stato di salute di una squadra: solitamente un team che riesce a mandare a segno gli attaccanti con regolarità lavora molto bene a livello di collettivo.

GOLEADOR L’attacco migliore della Serie A al momento è quello del Napoli: i partenopei hanno mandato a segno i loro avanti per undici volte. Cinque reti a testa per Gonzalo Higuain e Lorenzo Insigne, la cui intesa è aumentata esponenzialmente nella gestione Sarri: i due si trovano e si servono, divertono e fanno divertire. A segno anche Manolo Gabbiadini, mentre sono ancora a secco Dries Mertens e Josè Callejon: il secondo, pur essendo un titolare, lavora moltissimo in fase difensiva per supportare le scorribande dei due compagni.

COOPERATIVA Un gradino indietro la Roma di Rudi Garcia, che a dispetto di un numero di punti in classifica inferiore alle aspettative è stata capace di segnare spesso e volentieri: sono ben sei gli attaccanti giallorossi andati a segno. Oltre a Gervinho e Mohamed Salah, autori di tre reti a testa, hanno segnato anche Totti, Dzeko, Iago Falque ed Iturbe: ogni singolo attaccante della squadra di Garcia è andato a rete in almeno un’occasione.

BOMBER Il capocannoniere della Serie A veste blucerchiato: è Eder, fresco di rete in Nazionale contro l’Azerbaigian. L’italo-brasiliano ha segnato sei gol in campionato: la squadra di Zenga ha segnato anche tre volte con Muriel, risultando in questa classifica terza a pari merito con la Fiorentina (quattro di Kalinic, tre di Ilicic, due di Babacar) alla quale manca ancora Pepito Rossi all’appello.

STERILITA’ DEL NORD Non bene invece la Juventus e le milanesi, tutte e tre a braccetto a quota cinque, ben sei le distanze che le separano dal Napoli. Per i nerazzurri a segno Jovetic (tre reti) e Icardi (due), mentre nella squadra di Mihajlovic hanno segnato Bacca (capocannoniere rossonero con tre marcature), Balotelli e Luiz Adriano. Al pari la Juventus, che ancora aspetta il primo gol in campionato di Mario Mandzukic: il maggior realizzatore della squadra di Allegri è Paulo Dybala, a quota uno Morata e Zaza.

DIONISI E’ SOLO Particolare la situazione del Frosinone: solo due le reti messe a segno dall’attacco (record negativo condiviso con Verona, Genoa e Palermo), ma non solo. La squadra di Stellone, infatti, è l’unica ad aver portato a segno un solo attaccante, Dionisi (doppietta contro l’Empoli) mentre i suoi compagni di reparto, da Daniel Ciofani a Carrillo, passando per l’ex promessa Longo e il giovanissimo Verde (scarsissimo minutaggio per lui), non si sono ancora sbloccati.

 

SHARE