SHARE

conte-conferenza-italia

L’Italia di Antonio Conte ha già strappato il biglietto per Euro2016, quest’oggi il Commissario Tecnico azzurro ha tenuto la conferenza stampa di rito all’interno dello stadio Olimpico di Roma alla vigilia dell’importante sfida contro la Norvegia che vale il primato nel girone di qualificazione

CONTE CONFERENZA STAMPA Queste le parole di Antonio Conte in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Norvegia valevole per le qualificazioni ad Euro2016 insieme al difensore bianconero Giorgio Chiellini “Non ho provato tanti moduli altrimenti sarebbe difficile poi memorizzare bene. Abbiamo delle defezioni e qualcuno sta faticando di più nel recupero. Siamo pronti ad affrontare la Norvegia che ha fatto dei passi da gigante e che si gioca la qualificazione. Missione compiuta? Rappresentare Italia all’Europeo è sempre bello. Sarà un’esperienza incredibile per tutti noi”.

Sui singoli Conte ha spiegato Cercherò di confermare il più possibile chi giocato contro l’Azerbaigian a Baku, Eder e Pellè in particolare. Loro hanno buonissime opportunità di scendere in campo domani” e ancora “Chi vorrà entrare nel gruppo dell’Italia per l’Europeo, dovrà dimostrare di essere superiore a quelli che ci hanno portato fino a qui. Non chiamerò in Nazionale chi segnerà due reti o chi farà qualche buona prestazione“.

Sulle parole di Tavecchio e il discorso rinnovo del contratto Conte ha precisato “Il Presidente Tavecchio ha fiducia in me e mi riempie di orgoglio. La nostra ambizione è quella di cercare di far sempre il meglio. Non partiamo con favori pronostico. per il prossimo Europeo, ma stiamo lavorando per tornare ai vertici: non c’è obiettivo minimo e massimo. I ragazzi che ho in squadra mi danno forza e fiducia, quindi testa bassa e pedalare” poi sugli avversari “Credo che Norvegia e Croazia arriveranno agli Europei. Noi giocheremo con la voglia di continuare il nostro percorso. Ho la fortuna di avere ragazzi che sposano il progetto e questo mi dà tanta fiducia. Norvegia? E’ cresciuta molto ed è una squadra fisica, comunque non sarà una passeggiata per loro, giocheremo con voglia di vincere consapevoli delle difficoltà che ci saranno“.

Chiosa finale su Verratti “Verratti ha ricevuto un colpo al polpaccio, se fosse una gara decisiva lo rischierei, ma preferisco di no. Ha dimostrato attaccamento per la maglia azzurra. Buffon? Domani gioca lui e Chiellini, che raggiunge un importante traguardo come 80 partite”. 

Stefano Mastini

SHARE