SHARE

parolo

Tempi per la Lazio di Stefano Pioli. Dopo Lucas Biglia, i biancolesti sono costretti a fare i conti con l’infortunio occorso a Marco Parolo dopo la gara tra Italia e Azerbaijan di sabato pomeriggio; da qualche minuto c’è infatti anche il responso ufficiale sul problema fisico che ha colpito il centrocampista azzurro. Come riportato dalla nota ufficiale del club laziale, gli esami svolti presso la Paideia in compagnia del prof. Castellacci e del medico sociale Bianchini, hanno evidenziato “la presenza di una lesione di primo e secondo grado a livello del terzo distale del semimembranoso della coscia sinistra”.

Un problema la cui entità verrà valutata nelle prossime ore, ma sembra chiaro che il giocatore non sarà a disposizione di mister Pioli per la ripresa del campionato, quando la Lazio sarà impegnata sul campo del Sassuolo. Un problema in più in casa biancoceleste, vista anche la certa indisponibilità di Lucas Biglia, finito ko nel match della sua Argentina con l’Ecuador; vista la lesione di primo grado al muscolo pettineo, l’argentino dovrà stare fermo almeno una quindicina di giorni, con il programma di recupero che sarà messo a punto direttamente dallo staff sanitario della Lazio. Biglia potrebbe tornare a disposizione per la gara di Europa League con il Rosenborg in programma giovedì 22 ottobre all’Olimpico, mentre per Parolo sono attesi nuovi aggiornamenti.

Quel che è certo è che gli impegni delle nazionali priveranno la Lazio di due pedine fondamentali in mezzo al campo, dove soprattutto il ritorno di Biglia (non nuovo a questo genere di infortuni, e già reduce da uno stop a inizio stagione) era coinciso con la ripresa della squadra, partita malissimo e eliminata dal Bayer Leverkusen nel preliminare di Champions League. Senza Parolo e Biglia, toccherà certamente a Cataldi e Onazi prendere in mano il centrocampo laziale. Pioli mastica amaro, dopo aver rimesso in corsa la sua Lazio, è di nuovo in emergenza.

SHARE