SHARE

jonas gutierrez

Non c’è pace per il Newcastle United in questo periodo. Non bastasse l’ultimo posto in classifica nonostante un mercato faraonico, i Magpies si apprestano giocare un’altra partita, sull’inusuale terreno di gioco di un’aula di tribunale.
L’ex centrocampista e idolo dei tifosi Jonas Gutierrez infatti, ha deciso di querelare il suo ex club per maltrattamenti. All’argentino non sarebbe andato giù il trattamento riservatogli dalla società durante la sua battaglia contro un tumore testicolare, scoperto nel 2013 ma che l’ha tenuto lontano dai campi per oltre un anno a causa di una recidiva.
Gutierrez, ora sotto contratto con il Deportivo La Coruna, si aspettava ben altro riguardo nei suoi confronti, vista la lunga militanza nel club ed il suo rapporto viscerale con la maglia bianconera e soprattutto con i tifosi, di cui era un idolo indiscusso. La ciliegina sulla torta sarebbe stato il mancato rinnovo del contratto al termine della passata stagione, uno sgarbo che l’ex giocatore del Velez non avrebbe mandato giù, soprattutto per la modalità in cui gli venne comunicata la decisione del club. Pare infatti che l’allora vice allenatore John Carver, chiamò un altro giocatore cui non venne rinnovato il contratto, Ryan Taylor, salvo poi chiedere a quest’ultimo di passargli il compagno per comunicargli di essere anche lui tra i “tagliati”.

Il mancato rinnovo del contratto tutto sommato era nell’aria, soprattutto a causa della battaglia mediatica condotta dallo stesso Gutierrez, che già durante la degenza non mancò di criticare aspramente, a suon di tweet e comunicati stampa, il proprietario del Newcastle Mike Ashley, cui rifilò il più tagliente dei tweet subito dopo il mancato rinnovo: “Due cose ho imparato dalla mia malattia: come si può sostenere un giocatore (tifosi del Newcastle) e come si lascia un giocatore da solo (proprietario del Newcastle)”.
Non una grandissima figura quella del patron dei Magpies, che per un giocatore idolo dei tifosi e bandiera del club nella buona e nella cattiva sorte, poteva sicuramente escogitare una modalità di uscita meno fredda e distaccata.
Ora la partita si è spostata in tribunale, dove Gutierrez chiederà due milioni di sterline come risarcimento e Ashley, statene certi, non sarà disposto a scucire un solo penny

SHARE