SHARE
Pallotta Milan

Pallotta

James Pallotta, presidente della Roma, risponde alle domande dei tifosi giallorossi su Facebook. Ecco le sue dichiarazioni: “Ho sempre detto che il cuore e l’anima della Roma è la Curva Sud. In punto di fatto, se si guarda ai nostri nuovi piani dello stadio, la Curva Sud ha la sua propria sezione per 14.000 fan ed è parte integrante del tessuto del nuovo stadio. Noi non possediamo questo stadio e non facciamo le decisioni per la sicurezza allo Stadio Olimpico. Detto questo, abbiamo avuto delle discussioni, dal momento che le modifiche sono state apportate con la polizia per trovare una soluzione. La polizia ha chiesto scale e cancelli di sicurezza per essere liberi, senza bombe e senza petardi.  E ‘frustrante che i nostri fan pensano che non abbiamo una visione e il fatto che non abbiamo lavorato dietro le quinte per rimediare a questa situazione. Voglio sottolineare che stiamo lavorando sodo dietro le quinte e non credo sia il caso di discutere di tutte le possibili soluzioni pubblicamente. Ho sempre detto che i nostri fan sono la parte più importante della nostra squadra e non è cambiato nulla. Sono frustrato anche se cerchiamo di trovare una soluzione, la squadra in campo è stato ferita dal decremento del sostegno dei tifosi allo stadio. È bello poter finalmente conoscere una di quei meno di 10 fottuti idioti che ho tirato in ballo qualche mese fa, che credevo stessero danneggiando l’ampia maggioranza dei nostri tifosi. In qualunque momento tu voglia scrivere e avere ulteriori discussioni, ti ascolterò a patto che tu ascolti me. Giuro sulla tomba di mio padre che stiamo lavorando per aiutarvi. Ho ricevuto diversi di questi messaggi, cari saluti dal fottuto presidente. Tre anni fa, quando sono diventato presidente, ho detto che avevamo un piano di 5 anni. Abbiamo cominciato a fare cambiamenti due anni e mezzo fa. Da questi cambiamenti in poi, ci siamo qualificati due volte per la Champions League e abbiamo iniziato a costruire una squadra più che adatta per vincere lo scudetto. Continuiamo a investire nei giovani, ora e più avanti, per costruire squadre da titolo per il futuro”.

 

 

SHARE