SHARE
Roberto Mancini Inter-Torino - Fonte Twitter Internazionale
Roberto Mancini Inter-Torino - Fonte Twitter Internazionale

mancini-inter

Pareggio a reti inviolate tra Inter e Juventus, un risultato di 0-0 fatto di tantissima quantità in quel di San Siro, Robeto Mancini si è presentato ai microfoni dell’emittente televisiva Sky nel postpartita per commentare le prova dei suoi giocatori.

MANCINI Il postpartita di Inter-Juventus, parla il tecnico dei nerazzurri Roberto Mancini ai microfoni di Sky “E’ come siamo stati già a Genova, 4-2-3-1, sono soddisfatto però, il match era difficile la Juventus ha recuperato tutti i suoi giocatori in infermeria. Le difese sono state solide, i miei giocatori erano stanchi, molti di loro erano fuori Italia fino a giovedì. Nel secondo tempo non siamo stati in grado di replicare, ci siamo abbassati troppo e non riuscivamo a supplire. Alla fine con la Juventus un pareggio vieni fuori, loro sono una squadra forte, credo poi che rientrerà nella lotta Scudetto“.

Mancini ha poi continuato “Tutte le squadre dipendono dai grandi giocatori, Jovetic lo è, alla fine è calato un po’ perchè veniva da un infortunio, ha fatto solo tre allenamenti buoni, poi siamo calati tutti nel secondo tempo, pensavamo di metterli in difficoltà con Perisic sui tagli. Icardi deve fare meglio. Con gli attaccanti è così, ci sono momenti che non segnano, poi quando iniziano non smettono più. Farà i suoi 18-20 gol, ne sono convinto. Juan Jesus?All’inizio abbiamo sofferto sulle palle in verticale e ho chiesto a Brozovic di arretrare per impedire che la Juventus scivolasse sulla fascia di Cuadrado” Il tecnico nerazzurro ha aggiunto poi sul corso della Serie A “E’ un campionato difficile per tutti, una volta c’erano partite considerate semplici, adesso non più. Sugli esterni? E’ possibile, è una soluzione che abbiamo, speriamo sia così, Brozovic ha coperto un ruolo non suo, questo però ha aiutato gli attaccanti”.

 

Stefano Mastini

SHARE