SHARE

Neymar Sr-Neymar Jr

E’ un periodo di alti e bassi per la stella del Barcellona Neymar. In campo il brasiliano incanta e non fa sentire la mancanza di Leo Messi, lontano dal terreno di gioco invece, il suo nome è spesso accostato ad indagini che riguardano il suo passaggio al club blaugrana e presunti guai col fisco. Di questo, e della volontà del giocatore di rimanere a Barcellona, a parlato Neymar da Silva Santos, il padre del fuoriclasse brasiliano, al quotidiano “Sport”:

“Abbiamo tre anni di contratto. Ma abbiamo anche un grosso problema con il fisco che crea disagi nel fare programmi sul futuro. Abbiamo la necessità che questi problemi vengano risolti. Come possiamo prolungare se non abbiamo una stabilità fiscale? Che cosa sta succedendo? La Spagna deve farmi sapere se la mia azienda può lavorare con Neymar Jr. e deve chiarire qual è la nostra posizione. Vediamo che che molti giocatori stanno avendo dei problemi con il fisco. Perchè dovrei anticipare un rinnovo se non ho garanzie, dal punto di vista giuridico, di poter lavorare? Voglio aspettare, fare con calma e lavorare al meglio per il proseguio della carriera di Neymar.”
Il giocatore comunque, vuole assolutamente rinnovare ed è felice a Barcellona: “Siamo felici. Neymar ha scelto di giocare qui ed è super felice al Barcellona, lo si può vedere. Sappiamo che il Barcellona è un club diverso dagli altri: non è importante solo vincere, ma farlo in modo convincente e attraverso il bel gioco. E’ qui che sta la grandezza del club. Anche se devono essere rispettate certe condizioni: “Dopo tanti anni che gioca a calcio, uno non può essere sorpreso da un’indagine o da una sentenza. Per questo, vogliamo essere sicuri di stare tranquilli, e vogliamo sapere nel dettaglio cosa dobbiamo fare e come pagare le tasse in Spagna.”

Nei giorni scorsi è stato registrato l’ennesimo tentativo da parte del Santos di denunciare presunte irregolarità durante il passaggio di Neymar dal club brasiliano al Barcellona: “Da due anni c’è gente che tenta di destabilizzarci in qualsiasi modo. Tutto quello che dice il Santos, che si tratti del presidente attuale o del suo predecessore, non ha niente a che fare con quanto scritto nei documenti. Nessuno ha indagato su di noi di sua iniziativa. Tutto nasce da denuce di terze parti, che rivendicano il rispetto dei propri diritti, dirtti che, per inciso, non so quali siano. Tutte le indagini che ci riguardano cominciano nello stesso modo: i media pubblicano qualche notizia del genere e partono le indagini… “.

SHARE