SHARE

JuveMonchengladbach

Juventus Borussia Monchengladbach termina 0-0, con i bianconeri che non riescono a scardinare la difesa tedesca: ecco analisi e pagelle del match.

 

CHIAVE TATTICA – Allegri presenta un 3-5-2 molto variabile: di fatto quando la Juventus attacca passa al 4-3-3, con Cuadrado che avanza il suo raggio d’azione diventando ala con Morata a sinistra. Nella fase difensiva i bianconeri si propongono con 4-4-2, nel quale Barzagli scala terzino insieme ad Alex Sandro e Pogba finisce a fare l’esterno di sinistra del centrocampo. Tedeschi che arrivano a Torino con un 4-4-2 più accorto rispetto al solito 4-2-3-1 di base: in questo caso Stindl, la cui posizione era normalmente avanzata, arretra per far coppia con Raffael. Dopo 15′ di studio la Juventus prende in mano le redini del match, trascinata da un Pogba più in forma del solito: il Monchengladbach però si difende discretamente e appena può azzarda il contropiede, fondamentale in cui è assolutamente letale, forte di un equilibrio difensivo comunque di buon livello. Il risultato è quello di una gara in cui i bianconeri hanno costantemente in mano il pallino del gioco, senza però pungere più di tanto i rivali teutonici. Nella ripresa Allegri inserisce Pereyra per Cuadrado optando per il 4-3-1-2: la Juve prova a sfondare centralmente e continua a premere insistentemente ma la solidità difensiva degli avversari toglie soluzioni, complice anche un calo notevole a livello fisico della squadra di casa. Lo 0-0 è dunque il risultato più scontato per quanto visto nella seconda frazione.

I PROTAGONISTI – Finalmente Pogba riesce a mettere in gioco le sue qualità: il francese pare molto in palla e mette lo zampino su qualsiasi azione dei bianconeri, purtroppo senza troppa fortuna. Titanico Barzagli, autore di una gara di livello superiore. Male invece Mandzukic, che con tutti gli spazi chiusi raramente è riuscito a trovare un varco.

LA GIOCATA – Quella mai arrivata da parte degli attaccanti: i quattro in campo oggi nei diversi momenti del match non hanno saputo incidere, per motivi diversi.

IL MOMENTO – La Juventus cambia svariati moduli nel corso del match, ma sembra non trovare mai lo strappo decisivo per vincere: Allegri forse tarda troppo nell’inserire un giocatore come Dybala, che con la sua fresca fantasia avrebbe potuto generare qualcosa di buono se avesse avuto qualche minuto in più a disposizione.

 

 

TABELLINO JUVENTUS-BORUSSIA MONCHENGLADBACH

FORMAZIONI
JUVENTUS (3-5-2): Buffon 6; Barzagli 7, Bonucci 6, Chiellini 6; Cuadrado 6 (60′ Pereyra 6,5), Khedira 6, Marchisio 6, Pogba 6,5, Alex Sandro 5,5; Morata 6 (81′ Dybala s.v.), Mandzukic 5,5 (70′ Zaza 5). All. Allegri

BORUSSIA MONCHENGLADBACH (4-4-2): Sommer 6; Korb 5,5, Christensen 6, Domínguez 5, Wendt 6; Traoré 6 (82′ Hahn s.v.), Dahoud 6 (87′ Nordtveit s.v.), Xhaka 6, Johnson 5,5; Stindl 5,5, Raffael 6 (74′ T. Hazard 5,5). All. Schubert

AMMONITI: Chiellini (J) – Dominguez, Wendt, Xhaka (B)

SHARE