SHARE

PEGASO NEWSPORT MILANO/PRESIDENTI IN LEGA

Ferrero lascia, arrivano Volpi e Briatore. Uno scenario verosimile fino a qualche giorno fa, quando la cessione delle azioni blucerchiate sembrava ad un passo dal concretizzarsi. Già si parlava di cifre (30 milioni più la copertura totale dei debiti pregressi) di accordi fatti e di strette di mano. Mancava solo il nero su bianco. Un buon affare per tutti, a cominciare dal vulcanico Presidente blucerchiato che avrebbe così realizzato una bella plusvalenza, dopo pochi mesi di gestione.  Poi lo stop (magari solo temporaneo) annunciato dallo stesso patron dello Spezia (Sergio Volpi) attraverso le colonne di Repubblica. Il numero uno spezzino ha fatto chiarezza sullo stato attuale della trattativa, lasciando intendere che ad oggi, l’affare, difficilmente andrà in porto:

“È tutta una montatura. Invenzioni giornalistiche. È ora di piantarla di seminare confusione. Si sta davvero esagerando”.

L’avvocato Romei (legale di Ferrero) è indignato quanto lei per le ultime speculazioni. Ha smentito e chiarito che la Samp vale 100 milioni di euro. Troppi?

“Se la Samp vale quella cifra la vendano a chi è disposto a pagarla. O se la tengano e la gestiscano Ferrero e Romei”.

Quindi i tifosi della Samp devono mettersi il cuore in pace?

“Non voglio illudere nessuno. Ora non c’è nulla. In futuro mai dire mai. Non so perché diffonda notizie false che danneggiano i tifosi dello Spezia e i dirigenti della Samp che hanno il diritto di lavorare tranquilli”.

Eppure si inseguono voci su continui contatti fra Romei e Briatore. Nessuno li ha smentiti. Si parla di Sampdoria o no?

“Briatore non ha avuto alcun mandato dal sottoscritto a trattare l’acquisto della Samp. È un amico, ho acquistato un appartamento nel nuovo resort che ha costruito in Kenya. In vacanza trascorriamo ore a discutere di tante cose e anche di calcio. Affari? Anche. Il Mozambico ha enormi potenzialità turistiche”

SHARE