SHARE

fiorentina-lech poznan

Diramate le formazioni ufficiali di Fiorentina-Lech Poznan, sfida del Franchi di Firenze valevole per il 3° turno di Europa League 2015/16.

Formazioni ufficiali Fiorentina-Lech Poznan

Fiorentina (4-4-2): Sepe; Tomović, Astori, Pasqual, Roncaglia; Mati Fernández, Mario Suárez, Verdú, Rebic; Rossi, Babacar. All. Sousa.

Lech Poznan (4-4-2): Burić; Kędziora, Kádár, Dudka, Kamiński; Trałka, Holman, Tetteh, Lovrencsics; Thomalla, Formella. All. Urban.

Fiorentina-Lech Poznan, le sensazioni

Sousa – “Non ho ancora visto la partita della Roma in Champions in tv, anche se i miei collaboratori hanno stilato un report. Sono concentrato sull’Europa League, sui giocatori che devono andare in campo domani. La mia concentrazione mentale è tutta per Fiorentina-Lech Poznan e sui giocatori: voglio che giochino bene e che vincano. Voglio vedere la stessa identità di sempre. Vogliamo che entri nella normalità affrontare una squadra di livello con questo ambiente che si è venuto a craare. Però è una conseguenza di quello che stiamo facendo prima. L’abitudine arriva se si gioca al massimo, lo faremo anche con il Lech Poznan. Stiamo facendo le cose per bene. E’ in un momento in cui bisogna avere un equilibrio emozionale. E’ importante lavorare su questo, non serve la frenesia. Lui sta provando a ritrovare se stesso. Non credo che esistano partite facili in Europa League, bisogna stare attenti e concentrati per portare i punti a casa. Li abbiamo studiati a fondo, ma non posso entrare nei dettagli tattici. Sicuramente non siamo distratti dalla Roma, la gara importante è quella di domani”.

Urban – “Assenti importanti per Fiorentina-Lech Poznan? Abbiamo alcune assenze importanti e non siamo certo favoriti in questa partita. Ma voglio vedere risposte importanti da chi andrà in campo, è una bella opportunità per dimostrare di meritare una maglia da titolare. La Fiorentina è un avversario molto forte ed è incredibile per noi affrontare la capolista della Serie A. I viola hanno una rosa importante e anche se giocheranno le seconde linee sarà una formazione molto competitiva. Mi auguro che i miei giocatori giochino l’uno per l’altro, è questo lo spirito che serve per ricostruire la squadra, finora la maggioranza non ha giocato al suo livello. Teniamo all’Europa League, sappiamo che non sarà facile passare il turno, ma dobbiamo dare il massimo e accumulare esperienza anche per le prossime stagioni”.

 

Stefano Mastini

SHARE