SHARE

zamparini

Nelle ultime settimane il clima intorno a Paulo Dybala si è fatto sempre più incandescente, a causa di un impiego da parte di Allegri ampiamente inferiore rispetto alle aspettative della vigilia della stagione. Il giovane talento argentino ex Palermo ha infatti questa estate lasciato la Sicilia per approdare in bianconero in virtù di un’offerta monstre da oltre 30 milioni di euro tra parte fissa e bonus vari che ne hanno fatto l’acquisto più costoso della Serie A in questa finestra di trasferimenti. Nonostante ciò il calciatore è finito più volte a riscaldare la panchina dello Juventus Stadium a causa di una crescita a detta di Allegri ancora tutta da completare, preferendogli così spesso e volentieri i vari Morata, Mandzukic e Zaza, come testimonia anche il match di Champions di ieri sera pareggiato contro il Borussia M’gladbach in cui Dybala ha fatto il suo ingresso in campo al minuto 81. In soccorso del talento albiceleste è arrivato ancora una volta quest’oggi il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini da sempre suo grande estimatore. Il patron rosanero ai microfoni di ‘Radio Sportiva’ ha così tuonato contro l’allenatore bianconero: “Allegri sta rovinando Dybala. Paulo è il calcio, mentre lui non lo è. Dybala deve essere lasciato libero di giocare e di esprimersi come i grandi talenti alla Messi. Penso che i bianconeri abbiano un po’ le idee confuse”.

DYBALA VIA – Zamparini ha poi continuato dando un consiglio a distanza al suo pupillo: “Ho dato tanti consigli al ragazzo, innanzitutto di farsi amici i senatori dello spogliatoio, mi sembra che ci sia invidia nei suoi confronti. E’ successo anche ad altri in passato. Se va avanti questa storia dirò a Dybala di andarsene. L’Arsenal, il Barcellona, ma anche Inter e Milan accoglierebbero a braccia aperte un attaccante come lui. Mancini ha provato a prenderlo in ogni modo mesi fa, ma i bianconeri erano più forti a livello economico”.

SHARE