SHARE

eintracht bayern

Un record accarezzato, cullato ma destinato a rimanere un sogno: il Bayern Monaco di Guardiola non riesce ad ottenere l’undicesima vittoria consecutiva in Bundesliga e, dopo il Wolfsburg in Supercoppa di Germania, trova la seconda squadra capace di fermarlo in questa stagione. Partita scorbutica e complicata, con i padroni di casa che si chiudono in undici dietro la linea del pallone per bloccare gli sbocchi dei bavaresi, che falliscono nell’aggancio al record di vittorie consecutive stabilito a undici.

Stavolta non è bastato il tridente formato da Robben, Lewandowski e Coman: nei minuti finali il polacco ha sbagliato un gol non da lui, un’occasione ghiottissima che non è bastata a riportare sui binari bavaresi una serata storta contro una squadra che ha dato tutto ed anche di più. Dopo trentatre reti messe a segno nelle prime dieci partite per la prima volta in stagione la squadra di Guardiola riporta uno zero nella casella reti segnate. La corsa per il titolo è comunque abbondantemente in discesa, con il Borussia Dortmund secondo che anche vincendo contro il Wolfsburg rimarrebbe alla confortante distanza di cinque punti dal Bayern.

Un buon punto per i rossoneri guidati da Veh, che agganciano il Darmstadt dell’ex Inter Caldirola a quota tredici punti: bottino che fa da mattoncino prezioso per costruire la salvezza dopo la cocente delusione dell’eliminazione dalla DFB Pokal per mano dei viola dell’Erzgebirge Aue, squadra retrocessa nella scorsa stagione che attualmente milita in terza divisione.

Eintracht Francoforte-Bayern Monaco 0-0, il tabellino del match

Eintracht Francoforte Hradecky – Ignjovski, Zambrano, Abraham, Oczipka – Hasebe, Medojevic (Russ 77) – Aigner (Reinartz 88), Meier, Stendera (Djakpa 90)– Seferovic

Allenatore Armin Veh

A disposizione Lindner, Waldschmidt, Flum, Castaignos

Bayern Monaco Neuer – Lahm (Alaba 76), Martínez, Boateng, Rafinha (Müller 50) – Alonso – Vidal, Costa – Robben, Lewandowski, Coman (Thiago 65)

Allenatore Pep Guardiola

A disposizione Ulreich, Benatia, Kirchhoff, Kimmich

Arbitro Daniel Siebert (Berlino)

Note ammoniti Aigner, Seferovic, Lahm

SHARE