SHARE

Dzeko

Sono i nerazzurri a vincere il big match dell’undicesima giornata di Serie A: ecco analisi e pagelle di Inter-Roma.

CHIAVE TATTICA – Schieramenti speculari per le due squadre. Qualche piccolo cambiamento per l’Inter: Mancini sceglie Jovetic come falso nueve in luogo di Icardi, e la squadra in fase offensiva si schiera abbastanza sovente con un 4-2-3-1 nel quale sono Guarin e Medel a restare bassi con Brozovic trequartista, pronto ad inserirsi. I nerazzurri si chiudono benissimo in difesa ribattendo le offensive della Roma, la quale soffre molto durante le ripartenze interiste. Non è un caso che il gol della squadra di casa arrivi da un centrocampista, Medel, poiché in mediana l’ottimo lavoro dei tre titolari di serata ha limitato moltissimo la velocità di gioco dei romani nella prima frazione. Nel secondo tempo Mancini perde Medel e inserisce Kondogbia come interno nel centrocampo a tre, al contempo anche grazie al francese i nerazzurri cercano un maggiore fraseggio offensivo orizzontale, sfruttando ottimamente le fasce e proseguendo in una difesa arcigna. A metà gara le squadre si allungano notevolmente e la partita ne beneficia dal punto di vista dello spettacolo, specie la Roma spreca delle grandissime occasioni anche grazie ad un super Handanovic. Garcia si sbilancia leggermente inserendo Iago Falque, passando così al 4-2-3-1, ma poco dopo perde Pjanic per doppia ammonizione ed è costretto ad inserire Vainquer al posto di Dzeko, firmando di fatto la resa dei suoi. Mancini si copre maggiormente inserendo Ranocchia per D’Ambrosio, con Murillo dirottato a destra. La difesa dell’Inter regge gli ultimi assalti e i nerazzurri tornano al primo posto.

I PROTAGONISTI – Da lodare sicuramente tutto il centrocampo dell’Inter, autore di una prova gagliarda e grintosa. Partita maiuscola di Handanovic, uno dei migliori in campo in assoluto, che con le sue parate evita guai all’Inter. Nella Roma decisamente in ombra i due esterni Salah e Gervinho, lontani parenti dei giocatori ammirati nelle scorse partite.

LA GIOCATA – A metà gara l’offensiva della Roma si rende più pressante e nerazzurri soffrono. A tenerli in piedi è Handanovic, che si rende protagonista di quattro parate consecutive nella stessa azione: prima su tiro da fuori di Florenzi, poi su doppia respinta di destro e di testa su Salah e, nel mezzo, su un rimpallo fortuito con Murillo. Interventi da fuoriclasse che mantengono la porta immacolata.

IL MOMENTO – La Roma è più convinta nella pressione nel secondo tempo, ma l’espulsione di Pjanic dà la mazzata definitiva alle ambizioni di rimonta giallorosse: il bosniaco si fa cacciare ingenuamente per un fallo di mano, pregiudicando il resto della gara.

TABELLINO INTER-ROMA
INTER (4-3-3): Handanovic 7; D’Ambrosio 6 (78′ Ranocchia s.v.), Miranda 6, Murillo 6,5, Nagatomo 6; Guarin 6,5, Medel 7 (51′ Kondogbia 6), Brozovic 6,5; Perisic 5,5, Jovetic 6 (65′ Palacio 6), Ljajic 6. All. Mancini

ROMA (4-3-3): Szczesny 5,5; Maicon 6, Manolas 6, Rudiger 5,5, Digne 6; Florenzi 5,5 (64′ Iago Falque 5,5), Pjanic 4,5, Nainggolan 5,5; Salah 5,5, Dzeko 5 (76′ Vainquer 5,5), Gervinho 5 (83′ Iturbe s.v.). All. Garcia

AMMONITI: Guarin, Handanovic, Palacio, Ljajic (I) – Pjanic, Digne (R)

MARCATORI: 30′ Medel

ESPULSI: 74′ Pjanic (R)

ARBITRO: Rizzoli

SHARE