SHARE

formazionilazio-milan

All’Olimpico di Roma Lazio e Milan si affrontano nel posticipo dell’11esima giornata di Serie A. Gli ospiti avranno il difficilissimo compito di espugnare un campo in cui fino ad ora i biancocelesti hanno sempre vinto fin dall’inizio della stagione. Si incontrano però due formazioni piuttosto altalenanti, con i padroni di casa incapaci di vincere e convincere in trasferta e la squadra di Mihajlovic che spesso perde punti con squadre sulla carta abbordabili, ma che esprimono un gioco migliore. Il tecnico serbo punta sulla coppia di difesa Alex-Romagnoli per contrastare le incursioni dei pezzi da 90 laziali Candreva ed Anderson.

Lazio-Milan, le formazioni ufficiali:

LAZIO (4-2-3-1) – Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Onazi, Biglia; Candreva, Milinkovic-Savic, Felipe Anderson; Klose. All. Pioli. A disp. Berisha, Guerrieri, Konko, Hoedt, Radu, Braafheid, Cataldi, Morrison, Mauri, Kishna, Matri, Djordjevic.

MILAN (4-3-3) – Donnarumma; De Sciglio, Alex, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Cerci, Bacca, Bonaventura. All. Mihajlovic. A disp. Diego Lopez, Abbiati, Calabria, Ely, Mexes, Zapata, De Jong, Josè Mauri, Poli, Suso, Honda, Luiz Adriano, Niang.

LE PAROLE DI PIOLI- “Che siamo giovani è vero, ma è anche vero che mercoledì sera a Bergamo eravamo una squadra pronta, con giocatori esperti in campo. C’è stato l’atteggiamento e la mentalità giusti, c’è tanto così di differenza  (fa segno con le dita, ndr) con le grandi. Sembra poco, ma è ancora tanto. Dobbiamo fare in fretta a colmare il gap. Vuol dire avere l’atteggiamento giusto per 95 minuti. Siamo dispiaciuti per Stefan e per l’intervento che dovrà fare. E’ un grande calciatore e un grande ragazzo, un vero professionista. I tempi saranno lunghi, ma ci aspettiamo che torni al 100%. E’ un giocatore sul quale costruiamo tutta la fase difensiva, questo lo so io e lo sa la società. Non ci faremo trovare impreparati a gennaio. Abbiamo fatto tanto ma sprechiamo troppe situazioni. Non siamo soddisfatti del nostro lavoro, ho detto ai giocatori che non ero deluso della loro prestazione, ma incazzato! Dobbiamo sistemare queste situazioni al più presto, dobbiamo insistere così, è vero rischiamo un po’, ma quando c’è la possibilità allora dobbiamo portare a casa un risultato positivo. Abbiamo qualità importanti, se vogliamo diventare una grande squadra dobbiamo scalare questo gradino. Dobbiamo chiudere la gara e stringere i denti quando c’è bisogno. Domani dobbiamo dimostrare di essere squadra dall’inizio alla fine”. 

LE PAROLE DI MIHAJLOVIC- “Io dico spesso che il Milan con 13 squadre parte favorito e se gioca da Milan vince, mentre con altre 5-6 squadre partiamo alla pari e tra queste c’è anche la Lazio. Noi andiamo a Roma cercando di vincerla sapendo che in casa ha vinto 8 partite su 8. Sappiamo che per vincere dobbiamo fare la migliore prestazione stagionale, ma ho molta fiducia, abbiamo preparato bene la partita. Se dovessimo vincere sarebbe un’altra grande iniezione di fiducia. E’ inutile fasciarci la testa prima di rompersela. Abbiamo analizzato i loro punti di forza e i loro punti deboli, non è un caso che vincano in casa e fatichino un po’ in trasferta. Psicologicamente noi stiamo meglio perché abbiamo fatto 3 risultati utili consecutivi, quindi cerchiamo di continuare la striscia positiva. 4-3-3 il modulo giusto? Dipenderà dal nostro atteggiamento, il modulo non ti fa vincere o perdere le partite, si può vincere contro chiunque. Cercheremo di mettere in pratica quello provato in settimana”.