SHARE

immobile

Prima sconfitta per Rafa Benitez. Il Real Madrid cade in casa del Siviglia che sale al decimo posto a quota 15 punti

CHIAVE TATTICA – Rafa Benitez opta per il 4-3-3 con Casemiro davanti alla difesa e Modric-Isco ai suoi lati. In attacco tridente composto da Isco-Ronaldo-Bale data l’assenza di Benzema. Emery, invece, schiera il 4-2-3-1  con Krychowiak e N’Zonzi davanti alla difesa e con Ciro Immobile unica punta. I “blancos” hanno il pallino del gioco fin dai primi minuti con tutta la squadra di Emery costretta a rintanarsi nella propria metà campo per poi tentare le ripartenze per colpire il Real Madrid. Isco ci prova, ma il gol del vantaggio arriva con una mezza rovesciata di Sergio Ramos dagli sviluppi di calcio d’angolo. Lo stesso difensore spagnolo, autore di una girata favolosa, esce per il solito problema alla spalla: al suo posto Benitez manda in campo Varane. Il baricentro del Siviglia sale con il passare dei minuti e arriva così il gol di Ciro Immobile, abile a sfruttare un’indecisione della retroguardia “merengue”. L’attaccante italiano torna così al gol dopo circa otto mesi: la rete è una liberazione. Il primo tempo finisce in perfetta parità: Immobile risponde a Sergio Ramos. Nella ripresa il Siviglia inizia a pressare alto il Real, che si butta in avanti per cercare di nuovo il gol del vantaggio. Konoplyanka entra in partita con le sue tipiche serpentine che mettono in apprensione Pepe e compagni. Proprio da un’invenzione dell’ex trequartista del Dnipro  arriva il 2-1 della squadra di Emery: uno-due con Immobile e palla al centro per Banega che è bravo ad anticipare i difensori del Real ed appoggia facilmente in rete. Siviglia in vantaggio, ma il Real Madrid non ci sta. Benitez butta nella mischia James dopo due mesi di infortunio, ma gli uomini di Emery chiudono tutti gli spazi con tranquillità lasciando solo tiri dalla distanza a Cristiano Ronaldo e Modric. Il tecnico del Siviglia manda in campo Llorente al posto di un ottimo Immobile ed è proprio l’ex attaccante della Juventus a firmare il tris dopo pochi minuti dal suo ingresso. Il Real Madrid ormai accusa il colpo e nemmeno il 4-2-4 provato da Benitez dà risultati. Nei minuti di recupero è James ad accorciare le distanze proprio con un tiro da fuori area che sorprende Sergio Rico. Al Sánchez-Pizjuán il Siviglia vince contro un Real Madrid a due facce: prima sconfitta in Liga per Benitez. Tra due settimane c’è il “Clasico” che si preannuncia, come sempre, entusiasmante.


I PROTAGONISTI – Konoplyanka è il migliore del match. L’ex Dnipro fa quello che vuole sull’out sinistro assistendo al meglio i suoi compagni di squadra. E’ sua l’invenzione sul gol di Banega. Ronaldo è un fantasma, il portoghese è pericoloso solamente con tiri dalla distanza. Sfortunato, invece, Sergio Ramos che segna un golazo, ma è costretto ad uscire per il solito problema alla spalla. Immobile torna al gol dopo 8 mesi ed entra nell’azione del 2-1.

LA GIOCATA – Sergio Ramos realizza il momentaneo vantaggio con un gol favoloso: mezza rovesciata e Sergio Rico battuto. Gesto tecnico da dieci in pagella.

IL MOMENTO – Il gol di Ciro Immobile dà coraggio al Siviglia che, da quel momento, mette in costante difficoltà la retroguardia “merengue”.

IL TABELLINO SIVIGLIA-REAL MADRID 3-2 (Sergio Ramos, Immobile, Banega, Llorente, James)

SIVIGLIA (4-2-3-1): Sergio Rico, Ferreira, Rami, Andreolli, Tremoulinas, N’Zonzi, Krychowiak, Vitolo, Banega, Konoplyanka, Immobile.

REAL MADRID (4-3-3) Casilla; Danilo, Pepe, Sergio Ramos, Nacho; Casemiro, Modric, Kroos; Bale, Isco, Cristiano.

RETI: 22′ Sergio Ramos, 36′ Immobile, 61′ Banega, 74′ Llorente, 90’+3 James

AMMONITI: Nacho, Immobile

SHARE