WWE Live: ecco il resoconto dello show di Roma

WWE Live: ecco il resoconto dello show di Roma

WWE Live

Ieri sera la WWE ha fatto tappa a Roma per il primo dei due spettacoli programmati in Italia: Mai Dire Calcio era al PalaLottomatica e vi racconta l’andamento dello show.

 

Mai Dire Calcio ha avuto l’opportunità di assaporare con il proprio palato il gusto del grande wrestling targato WWE: come ampiamente anticipato, infatti, il roster della più grande federazione di wrestling al mondo si trova in Italia per due spettacoli da tenere nel nostro paese. La prima tappa è stata quella di ieri al PalaLottomatica di Roma, la seconda vedrà i lottatori protagonisti a Bologna in serata. Noi eravamo presenti allo show di ieri e siamo pronti a raccontarvelo nei minimi dettagli.

Impeccabile come al solito, la macchina organizzativa della WWE è riuscita a trascinare moltissime famiglie ed appassionati al PalaLottomatica, con un sold out praticamente già scritto. Il tutto è stato impreziosito con un red carpet in collaborazione con Sky, che ha visto partecipare tra le tante personalità di spicco Paige, The Miz, Maddalena Corvaglia, Andrea Lo Cicero e Claudio Amendola.

 

WWE Live
Il volo dal paletto di Dolph Ziggler

Lo show, plasmato in maniera divertente e leggera, ha avuto un prologo con la presenza dei noti commentatori italiani Luca Franchini e Michele Posa, i quali hanno salutato il pubblico promettendo un nuovo annuncio in serata. Dopo alcuni promo, tra cui quello per i 25 anni di Undertaker a Survivor Series, lo show vero è proprio è iniziato con l’arrivo di un’autentica leggenda vivente: “The Nature Boy” Ric Flair ha ricordato come la card dell’evento fosse cambiata per via dell’infortunio di Seth Rollins, promettendo però uno show con i fiocchi. E Flair pare decisamente aver mantenuto la promessa sin dal match di apertura, ovvero quello che ha visti impegnati i New Day nella difesa dei Tag Team Championship dall’assalto dei Dudley Boyz e dei PrimeTime Players in una contesa ad eliminazione. Gli afro americani sono stati impeccabili specialmente nella gestione dei ruoli, portando spesso il pubblico a fischiarli nonostante la bellissima accoglienza riservatagli all’ingresso. I tre hanno portato a casa l’incontro con una manovra irregolare ma Xavier Woods è stato poi vittima di una devastante 3D su un tavolo da parte dei Dudleyz. Secondo incontro che ha visto invece collidere il “Moneymaker” The Miz contro Zack Ryder, a cui invero è stata riservata un’accoglienza un po’ freddina. L’ex Edgehead si è portato a casa il match dopo una Rough Ryder uscita fuori un po’ a sorpresa. Il primo boato sostanzioso della serata è quello dedicato a Cesaro, accolto benissimo dal pubblico romano prima del suo match contro Mr Money In The Bank Sheamus: i due hanno dato vita ad una contesa molto dura che ha visto prevalere lo svizzero con la Neutralizer. Cesaro ha poi ringraziato via microfono tutti i fans presenti, con il comprensibile visibilio di questi ultimi. Il quarto match della serata è stato il Triple Threat per il Divas Championship: Charlotte si è confermata campionessa battendo Paige e Alicia Fox, con una Spear sulla componente del Team Bella. Gli spettatori, nonostante la keyfabe suggerisse un turn heel appena effettuato, hanno a lungo patteggiato per la ragazza inglese.

WWE Live
Una frazione prima dello schianto: un momento da catturare

Tra i lottatori chiamati a rinforzare la card dopo l’infortunio del campione c’era anche Big Show: il World Largest Athlete ha però dovuto soccombere a Demon Kane in uno Street Fight match dopo una Chokeslam su un tavolo, nonostante la bella ovazione tributatagli dal pubblico italiano. Al termine del match lo stesso Big Show è stato protagonista di un curioso siparietto che lo ha visto respingere i tentativi di schienamento di…due arbitri. Il gigante, con un ruolo da “cattivo”, si è poi lasciato andare ad un cenno di saluto nei confronti del PalaLottomatica, avendone evidentemente apprezzato l’affetto. Durante una breve pausa, nella quale è stato mandato anche un video sulla Connor’s Cure, sono ricomparsi Michele Posa e Luca Franchini per un annuncio inaspettato: la WWE tornerà in Italia in tour ad Aprile! Sono già state comunicate anche le date: il roster si esibirà mercoledì 13 a Firenze e giovedì 14 a Milano. Lo spettacolo è poi ripreso con il match tra Bo Dallas e un Curtis Axel quasi non riconosciuto dal pubblico data la lunga e costante assenza dagli schermi WWE: il figlio di Mr. Perfect ha vinto il match in pochissimi secondi grazie ad un roll up. Bo Dallas, infuriato, ha chiamato un lottatore qualsiasi del backstage a confrontarsi con lui: ad uscire è stato R-Truth, che però è stato sfidato in un’insolita Dance Off Battle dall’ex NXT Champion. Dopo una performance terrificante di Dallas, un dominante Truth viene attaccato a tradimento ma poco dopo schiena il suo avversario facendolo uscire dal ring nuovamente sconfitto. Altro pop molto forte è stato quello per Dolph Ziggler, che ha affrontato la nuova leva Tyler Breeze in quello che probabilmente è stato il miglior incontro della serata: i due non si sono risparmiati ed hanno tenuto alta l’attenzione sul match con un ottimo storytelling e una serie di manovre molto acrobatiche. L’incontro ha visto prevalere lo Show Off, che si è poi concesso al nostro pubblico. Il main event della serata è stato il match per l’Intercontinental Championship tra le due new entry principali della card, il campione Kevin Owens e lo sfidante Dean Ambrose, in assoluto il più tifato nel corso della serata. Owens, che si è distinto con il suo personaggio da heel strafottente e incurante delle lamentele del pubblico, ha perso il match per squalifica dopo una sediata nei confronti dell’avversario, mantenendo dunque il titolo. Nel post match si verifica un rissone che vede intervenire, oltre ai due, anche Sheamus, Dolph Ziggler, Cesaro, il New Day e i Dudley Boyz: i face monopolizzano il ring e inferiscono su Owens, connettendo con le consuete finisher e festeggiando poi con tutto il palazzetto.

WWE Live
Charlotte alza il suo titolo prima del match a tre: lo manterrà dopo una bella performance

Un house show tutto sommato molto positivo per la WWE in quel di Roma: la qualità dei match è stata più che discreta, così come la partecipazione del pubblico, leggermente in difficoltà solo nel contesto parlato. C’è da dire che, alla fine dei match, sulle transenne del bordo ring regnava il caos per via della miriade di bambini o ragazzi che si affacciavano nella speranza di una foto, un autografo o una semplice stretta di mano, con la sicurezza che poco poteva fare per contenere l’orda di fans festanti. Per fortuna, però, nessuno si è fatto male e lo show, durato tre ore in totale, ha regalato forti emozioni a tutti gli appassionati italiani. Siamo sicuri che, anche ad aprile, il successo sarà garantito. E, perché no, contiamo di potervi nuovamente raccontare con trasporto e divertimento i match dei protagonisti principali del mondo WWE. Intanto, una promessa possiamo già farla: nei prossimi giorni pubblicheremo in un articolo tutte le foto della serata!

 

Fotografie a cura di Fabio Tango

Grazie alla Noesis e ad Elena Tronchin per la grande gentilezza e disponibilità