Verona-Napoli 0-2, analisi e pagelle: Hamsik è tornato leader

Verona-Napoli 0-2, analisi e pagelle: Hamsik è tornato leader

insigne

Il Napoli porta a casa tre punti tutt’altro che scontati, avendo la meglio nel secondo tempo di un Verona quasi impeccabile in fase difensiva. Decisivi Hamsik, pur senza gol, ed Insigne, bravo a riscattare un inizio difficile. Ecco analisi e pagelle del match.

LA CHIAVE TATTICA- Il 4-3-3 di Mandorlini è costruito appositamente per disinnescare la manovra del Napoli, con 10 giocatori dietro la linea della palla e costanti raddoppi specialmente sugli esterni. Insigne è costretto ad accentrarsi per trovare spazio, ma la difesa di casa rimane sempre molto bassa e lascia pochissimo spazio da attaccare per gli inserimenti di Callejon e delle mezzali. Se la difesa azzurra non rischia praticamente nulla, gli unici brividi per Rafael arrivano dopo azioni personali di Higuain o per tiri dalla distanza. La roccaforte del Verona regge ed, anche se il possesso palla e nettamente a favore della squadra di Sarri, le occasioni latitano fortemente. Nella ripresa la storia non cambia, con il Verona che sfruttando qualche errore tecnico di troppo nel palleggio del Napoli riesce addirittura a ripartire. Nella fase forse più scoraggiata della squadra di Sarri, viene però fuori la personalità dei campioni di questa squadra: Higuain, Hamsik ed un Insigne beccatissimo dai tifosi locali riescono a combinare tra loro dando due colpi da cui il Verona non riesce più a risollevarsi. Il palleggio diventa sicuro, ed i partenopei riescono a controllare fino alla fine. Partita difficilissima portata a casa per la truppa del mister toscano, che mostra maturità anche in un momento non propriamente favorevole dal punto di vista fisico.

I PROTAGONISTI- Grande prestazione del duo centrale del Napoli che, pur poco impegnato, risponde alla grande quando chiamato in causa mostrando enorme concentrazione e fiducia nei compagni. Grande protagonista è però Hamsik, mai come questa volta leader vero nel trascinare i suoi nel momento del bisogno. Nel Verona discreta partita difensiva di Pisano e Moras, mentre da applaudire il 18enne Checchin, che mostra personalità e i colpi del predestinato nonostante qualche errore di troppo.

LA GIOCATA- Nel momento forse peggiore del Napoli, inizia a carburare la catena sinistra della squadra di Sarri: percussione del capitano Hamsik che pesca insigne a centro area con un passaggio davvero perfetto. Il gol del folletto di Frattamaggiore sblocca il match, ma è di Hamsik la giocata decisiva che apre la strada ad una vittoria importantissima per gli azzurri.

IL MOMENTO- Siamo nel cuore del secondo tempo: Insigne, beccato per tutto il match dai tifosi avversari, sbaglia giocate su giocate facendosi anche ammonire per aver allontanato ingenuamente un pallone. Sarri potrebbe sostituirlo, inserendo forze fresche ma condannandolo ad un’impietosa passerella, ma non lo fa. Fuori Callejon e fiducia in Insigne, che la ripaga con un gol ed un assist. Ancora una volta l’impronta di Sarri è fondamentale, sia tecnicamente che dal punto di vista psicologico.

IL TABELLINO-

Verona-Napoli (67′ Insigne)

Verona (4-3-3) Rafael 6, Albertazzi 6 (Helander 5.5), Bianchetti 6, Moras 6.5, Pisano 6.5, Checchin 6 (Wszolek 5.5), Hallfredsson 6, Greco 5, Gomez 5, Jankovic 5 (Toni 6), Pazzini 5.5

Napoli (4-3-3) Reina 6, Hysaj 6, Chiriches 6.5, Albiol 6, Ghoulam 6, Jorginho 6.5, Hamsik 7.5(Lopez 6), Allan 6, Callejon 5.5 (El Kaddouri 6.5), Insigne 7 (Maggio 6), Higuain 6.5