Verona-Napoli, le formazioni ufficiali: Sarri conferma Higuain

Verona-Napoli, le formazioni ufficiali: Sarri conferma Higuain

higuain

Lunch match della giornata che vede affrontarsi due squadre dalle ambizioni di classifica totalmente opposte: il Napoli di Sarri vuole approfittare del mezzo passo falso della Roma a Bologna, pur dovendo far fronte ad infortuni vari ed una condizione fisica non al top; il Verona che ha bisogno di punti salvezza visto il trend non proprio positivo, punti che potrebbero dare fiato anche alla panchina di Mandorlini ultimamente traballante. Ecco le formazioni ufficiali della partita che avrà inizio alle 12.30.

 

Verona-Napoli (ore 12.30)

Napoli (4-3-3) Reina, Hysaj, Chiriches, Albiol, Ghoulam, Jorginho, Hamsik, Allan, Callejon, Insigne, Higuain

Verona (4-3-3) Rafael, Albertazzi, Bianchetti, Moras, Pisano, Checchin. Hallfredsson, Greco, Gomez, Jankovic, Pazzini

 

Le parole di Sarri alla vigilia- “Higuain ha giocato in un altro continente a temperature calde, ha fatto un viaggio lunghissimo edè stanco. Speriamo che domani sia in condizioni discrete. Avevo pensato ad un impiego parziale per lui, ma devo fare scelte diverse. Mertens e Gabbiadini? Non voglio forzature nei recuperi, io so le stesse cose che avete letto nei comunicati. Verranno rivalutati la prossima settimana, dire che ci saranno con l’Inter è prematuro. Gli infortuni in nazionale sono di più rispetto a quelli del club, quindi qualcosa succede. Dispiace perchè Gabbiadini in questa fase sarebbe stato fondamentale, così come Mertens che può spaccare la partita dalla panchina o dall’inizio. Hamsik? Avrebbe bisogno di allenamento, non di riposo. Chiriches? E’ arrivato tardi alla preparazione, ma ha sempre fatto buone gare. Toni? Se bastasse preparare qualcosa non sarebbe esistito, puoi provare a limitarlo, tenerlo lontano dall’area dove si esprime meglio. Questa gara è molto sentita dai nostri tifosi e per noi è una gara importante, faremo di tutto per accontentarli. Brugge? Secondo me sarebbe meglio giocare, ma vedremo se ci saranno i margini di sicurezza. La nostra preoccupazione è la stessa di altre persone che girano l’Europa per lavoro, guadagnando sicuramente meno di noi”.