Ozil, assistman da record: passaggi vincenti in sette gare di fila

Ozil, assistman da record: passaggi vincenti in sette gare di fila

ozil-arsenal

Mesut Ozil entra nella storia della Premier League: è suo infatti il record di assist consecutivi nel campionato inglese di prima divisione.

Nonostante la flessione dell’Arsenal, in Premier League c’è un calciatore dei Gunners che abbatte record a furia di cannonate: Mesut Ozil è da sempre riconosciuto come un giocatore dalle qualità tecniche elevatissime, nonché mago degli assist. Le sue giocate valgono spesso gol e vittorie per il team di Wenger e il tedesco ha mostrato percentuali altissime di efficienza in questa particolare specialità sin dal suo arrivo in Inghilterra.

Proprio nello scorso turno di campionato Ozil, se possibile, si è superato. O meglio, ha superato soprattutto gli altri: l’ex giocatore del Real Madrid detiene infatti un prezioso record, essendo diventato il primo ed unico giocatore nella storia della Premier League ad aver dispensato assist vincenti in ben sette partite consecutive. Una striscia che ha dell’incredibile ma che, per chi conosce il calciatore, potrebbe addirittura non stupire di più di tanto: da sempre Ozil si è caratterizzato per una visione di gioco da top player, qualità che gli ha permesso di diventare uno dei migliori assistmen del mondo. Il record di Ozil inizia dalla settima giornata, quella giocata in casa del Leicester di Ranieri, attuale capolista del torneo a sorpresa, ed è proseguito fino alla gara contro il West Bromwich Albion di sabato scorso. Una partita sfortunata a livello di squadra ma nella quale Ozil si è reso al solito protagonista imbeccando Giroud per il gol del momentaneo vantaggio ospite.

Faro assoluto della trequarti londinese, Ozil finisce a volte per pagare un eccessivo rilassamento che lo porta a “scomparire” durante le partite. Le sue qualità, però, sono impossibili da discutere, tanto che molto spesso anche i tifosi avversari riconoscono, specialmente tramite i mezzi social, la bravura del tedesco e un malcelato rammarico di non poter contare in squadra su un giocatore con le stesse caratteristiche. In attesa della parte centrale di un campionato per ora sorprendente, l’Arsenal è ben conscio di possedere un’arma letale nella corsa al titolo: quel Mago de Oz sempre pronto a lanciare i compagni verso la gloria.