SHARE
iniesta, barcellona

Ronaldinho Barça

Non solo fischi, ma spesso anche applausi da parte dei tifosi avversari: tantissimi i campioni che hanno beneficiato dell’affetto di un pubblico avverso.

 

Poche cose nel mondo del calcio sono emozionanti quanto una standing ovation ricevuta dal proprio pubblico: tante persone in piedi per acclamare, sostenere e ringraziare il campione di turno. Forse, però, può risultare addirittura più toccante ricevere una standing ovation da parte dei tifosi avversari, i quali sostituiscono per qualche secondo i fischi con gli applausi per tributare i giusti meriti ai giocatori che si sono distinti in qualche maniera, pur non facendo parte della propria squadra del cuore. Un esempio è stato proprio quello di Andrés Iniesta al Bernabeu: il catalano, al momento della sostituzione, ha scatenato gli applausi dello stadio avversario dopo una partita semplicemente straordinaria. Don Andrés non è stato però di certo il primo fuoriclasse a beneficiare di un trattamento simile e, se nel calcio resta ancora un po’ di romanticismo, non sarà l’ultimo.

Il Bernabeu in particolare è stato spesso oggetto di stima nei confronti di avversari. Oltre all’episodio di sabato scorso vale la pena ricordare quanto avvenne in un altro Clasico di qualche anno fa: dopo aver annientato il Real Madrid praticamente da solo, Ronaldinho fu oggetto di applausi scroscianti al momento del cambio. Tributo simile quello che è stato riservato ad Alessandro Del Piero che, dopo una doppietta decisiva nella tana dei blancos, prima di accomodarsi in panchina fu elogiato dal pubblico di fede madridista. Un episodio che vi avevamo raccontato, in maniera più dettagliata, qualche settimana fa. Per chiudere, anche il rivale Lionel Messi è stato applaudito dai madrileni dopo un Real Madrid-Barcellona del 2009. E’ capitato però che anche giocatori del Real Madrid venissero lodati dal tifo avverso: all’Old Trafford, durante una gara di Champions League del 2002-2003, il Fenomeno Ronaldo fu salutato in maniera esemplare da tutti i tifosi dei Red Devils presenti nell’impianto. In Inghilterra hanno ricevuto ovazioni anche Dennis Berkgamp, Cristiano Ronaldo e Thierry Henry: il primo fu salutato sportivamente dai tifosi del Manchester City dopo l’1-5 subito dall’Arsenal, il secondo è stato applaudito ad Anfield dopo lo 0-2 contro il Liverpool, il terzo ha ricevuto la standing ovation da parte dei tifosi del Sunderland qualche anno fa.

Last but not least, non poteva di certo mancare Steven Gerrard: nella sua ultima partita da avversario allo Stamford Bridge, l’ex calciatore del Liverpool ha potuto captare ed assaporare l’affetto e la stima dei tifosi Blues.

SHARE