Probabili formazioni Juventus-Manchester City: Sandro c’è

Probabili formazioni Juventus-Manchester City: Sandro c’è

alex sandro juventus-manchester city

Serata di gala in quel di Torino in occasione di Juventus-Manchester City. La Vecchia Signora ha la ghiotta occasione allo Stadium di riprendersi il primo posto nel Girone D contro un City apparso decisamente fuori fase nell’ultimo incontro di Premier League contro il Liverpool di sabato scorso. Allegri deve fare a meno dell’intero reparto di centrocampo (Hernanes, Khedira, Pereyra out per infortunio), probabile la presenza dal primo minuto di Alex Sandro, l’arma in più di questo momento della Juventus.

Probabili formazioni Juventus-Manchester City

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala. All. Allegri.

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Otamendi, Demichelis, Kolarov; Touré, Fernandinho; Navas, de Bruyne, Sterling; Aguero. All. Pellegrini.

Juventus-Manchester City, le sensazioni:

Allegri – “In Champions non abbiamo ancora fatto nulla, è ancora tutto aperto. Domani sarà una partita difficile, poi avremo lo scontro diretto col Siviglia. Fin qui il nostro è stato un cammino importante nel girone, ma mancano ancora due scontri diretti. È una gara importante che vale il primato nel girone. Dobbiamo vincere per avere la certezza della qualificazione, sarebbe importante, indipendentemente dal primo o dal secondo posto. Stiamo bene fisicamente, le 3 vittorie in campionato aiutano la crescita. Non mi preoccupa l’eventuale processo mediatico se non dovesse giocare Dybala, mi proccupano gli elogi e i complimenti ad un ragazzi di 22 anni che sta giocando bene: ma non gli si possono addossare tutte le responsabilità della Juve. Mandzukic? Sono convinto che a fine anno i suoi gol li farà. Ne ha già fatti due pesanti”.

Pellegrini – “Juventus-Manchester City che partita sarà? Affronteremo una squadra di grande qualità, non a caso ha vinto 4 scudetti consecutivi e l’anno scorso ha raggiunto la finale di Champions. Per noi sarà un test decisivo in uno per stadio difficile, ma vogliamo il primato del girone. Quanto conta Aguero? Dobbiamo essere in grado di giocare senza di lui, abbiamo dimostrato di saperlo fare. Ma con lui è meglio. Se vogliamo arrivare in alto serve Aguero in forma, più gioca meglio è. Se sto pensando di gestirlo nelle prossime partite? Lo gestirò come gestirò tutti i giocatori, non avrà un trattamento speciale. Sarebbe molto importante centrare la 3ª qualificazione di fila agli ottavi, siamo stati sfortunati a beccare il Barcellona come negli ultimi due anni. Ma non è detto che se arriviamo primi peschiamo sicuramente un’avversaria facile”.

Stefano Mastini