Cannella (ag. Fifa): “Koulibaly era del Norwich per 14 milioni”

Cannella (ag. Fifa): “Koulibaly era del Norwich per 14 milioni”

Soccer: Serie A; Napoli- Palermo

Nell’ultima finestra di mercato estiva sono molte le trattative, soprattutto in uscita, che hanno visto coinvolto in un modo o nell’altro il Napoli di De Laurentiis. Dalla possibile cessione di Koulibaly, poi esploso con Sarri, agli scontenti De Guzman e Zuniga ancora nella rosa azzurra, fino a Ivan Strinic per il momento poco visto dal tecnico ex Empoli. A provare a fare un filo di chiarezza in più, ci ha pensato l’intermediario di mercato Giuseppe Cannella ai microfoni di ‘Radio CRC’, partendo proprio da una possibile quanto clamorosa cessione del centrale azzurro numero 26: “Koulibaly via a gennaio? In Europa ce ne sono pochi come lui. In estate avevamo concluso la sua cessione al Norwich City per circa 14 milioni di euro, poi c’è stato un ripensamento da parte del Napoli. Il franco-senegalese è molto più forte di Rudiger della Roma, sicuramente vale anche di più di 20 milioni. Conoscendo il mercato estero, solo la Premier League, dove il cambio è favorevole e le società godono di ingenti introiti televisivi, può permettersi di acquistarlo”.

SU DE GUZMAN E… – Cannella ha poi proseguito spostando il mirino proprio su Jonathan De Guzman e Strinic: “De Guzman continua a piacere al Bournemouth, la situazione è quella già nota. Difendo il ragazzo, sono i procuratori che per tutelare una cattiva scelta, come quella di venire a Napoli, hanno indirizzato l’olandese verso piazze come l’Amburgo non in grado di permettersi il suo stipendio. Ho incontrato Giuntoli per cui si va avanti. E’ un’offerta concreta che dimostra il forte interesse degli inglesi sul ragazzo. Tutto dipende dal recupero fisico del giocatore e dalla sua volontà di trasferirisi in Inghilterra, poi toccherà a noi procuratori. Strinic via? Esterni sinistri in Europa non ce ne sono, sa il fatto suo, ha una buona potenza, gestisce bene le partite, si sta integrando bene ma, se partirà, allora Giuntoli dovrà prendere un altro esterno. Noi siamo in attesa, magari proporremo qualcuno in quel ruolo. Da qui a qualche giorno incontreremo la dirigenza e proporremo qualcosa”.