Raiola: “Donnarumma come un Modigliani, vale 170 milioni”

Raiola: “Donnarumma come un Modigliani, vale 170 milioni”

Donnarumma

La scuderia di Mino Raiola, vero e proprio fuoriclasse nell’ambito dei procuratori, è ricca e folta: Ibrahimovic, Pogba, ma anche giovanissimi di prospettiva. Fra gli assistiti dell’italo olandese figura infatti Gianluigi Donnarumma, sedicenne portiere del Milan che nel frangente di stagione attualmente in corso fare aver scalzato Diego Lopez, probabilmente il migliore dei rossoneri nella scorsa stagione. Come sempre il procuratore porta acqua al suo mulino, e Raiola è solito sparare alto, come abbiamo potuto vedere nelle dichiarazioni riguardanti Pogba da qualche anno a questa parte. Intercettato dai microfoni di Mediaset Premium ha parlato proprio di Donnarumma: “Lo paragono ad un Modigliani, vale 170 milioni: ha un grande avvenire, è un ragazzo straordinario e si fa voler bene da tutti. E’ già un piccolo campione, ma potrà tranquillamente diventare un grande campione”. Sicuramente una sparata fuori mercato quella di Raiola, che però marca il territorio, facendo notare che il giovane Donnarumma è più che una semplice promessa.

La chiacchierata si è diramata soprattutto sull’argomento Milan, la quale casacca poteva essere vestita di nuovo da Zlatan Ibrahimovic in estate: “L’estate scorsa il suo arrivo era difficile perché aveva un contratto col PSG e voleva rispettarlo, adesso è in scadenza di contratto, vediamo cosa succederà. Un ritorno in Italia è comunque difficile, il calcio italiano non vive un buon momento e in pochi possono permettersi un top player come lui. L’affetto può bastare, ma deve deciderlo il giocatore: se vuole giocare gratis deve deciderlo lui. Non ci sono solo gli States…Se autorizzo i tifosi del Milan a sperare? La speranza è l’ultima a morire”. Spiragli dunque per i tifosi rossoneri, che sarebbero ben felici di riabbracciare l’attaccante che ha portato a Milano l’ultimo Scudetto della storia del Milan, in quella corazzata nella quale figurava anche Thiago Silva gestita dall’attuale allenatore della Juventus Max Allegri.