Milan-Sampdoria, formazioni ufficiali: Sinisa cambia modulo?

Milan-Sampdoria, formazioni ufficiali: Sinisa cambia modulo?

milan

Milan-Sampdoria è il secondo anticipo della 14/a giornata di Serie A in programma alle 20.45 a San Siro. Di fronte due squadre che per motivi diversi non stanno attraversando un buon momento; il Milan di Sinisa Mihajlovic non vince da due gare ed è reduce dalla sconfitta di Torino con la Juventus, la Sampdoria addirittura dal 25 ottobre scorso (4-1 al Verona con Walter Zenga in panchina). Tornare a far punti è l’imperativo per entrambe, soprattutto per i rossoneri chiamati a rispondere concretamente alle critiche sempre più insistenti del presidente Berlusconi, per qualcuno già stufo del tecnico serbo. Per fronteggiare la sterilità dell’attacco rossonero, Mihajlovic ha provato per tutta la settimana il 4-4-2 ma dovrà con ogni probabilità rinunciare all’acciaccato Luiz Adriano; fiducia dunque alla coppia Bacca-Niang, con Cerci e il rientrante Bonaventura sulle fasce. Vincenzo Montella, dopo l’esordio opaco di Udine, punta sulla voglia di riscatto dei suoi ma deve fare i conti con la pochezza della Samp in trasferta (soltanto 2 punti in sei partite).

 

Milan-Sampdoria (ore 20.45)

Milan (4-4-2) Donnarumma, Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Cerci, Kucka, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang. All. Mihajlovic

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Regini, Mesbah; Ivan, Fernando, Barreto; Soriano; Muriel, Eder. All. Montella

 

Queste le parole dei due tecnici in conferenza stampa:

MIHAJLOVIC: “La Samp è una squadra ostica, da metà campo in su ha giocatori che possono risolvere le partite in ogni momento, è una squadra che ci metterà in difficoltà. È presto per dire se la Samp di Montella sia diversa da quella di Zenga, è chiaro che ogni allenatore ha le sue idee. Per me la Sampdoria è stata una società importante, sia da calciatore che da allenatore, quindi auguro il meglio sia a Montella che al Presidente Ferrero. Sarà una partita difficile ma sono convinto che la vinceremo. Il 4-4-2 si può vedere domani, sicuramente Bertolacci è stato un investimento importante e per diversi infortuni non l’abbiamo avuto per diverse partita. Anche Balotelli, che spero di recuperare prima di Natale, è un giocatore come Bertolacci che ci può dare più soluzioni offensive. Noi giocheremo sempre con almeno 4 giocatori offensivi, qualche volta abbiamo espresso meglio il nostro potenziale offensivo altre volte no, ma la mentalità della squadra deve essere sempre quella. Spero sempre di non prendere mai gol per primo, capiterà anche di ribaltare una risultato sfavorevole ma se fino ad oggi non è accaduto non vuol dire che sia una questione di carattere”.

MONTELLA: “È la prima settimana che lavoriamo con tutti gli effettivi, si dice sempre che ci voglia tempo ma io non voglio aspettare. Ho fretta e devono averla anche i miei ragazzi. Bisogna cancellare gli alibi e pensare solo a come battere il Milan domani. I pochi punti in trasferta sono un dato di fatto che va cancellato, forse numericamente avremo qualche problema in difesa, ma non cambia niente. Più che lavoro mentale o fisico bisogna lavorare su tutto e noi lo stiamo facendo; a Udine il possesso palla c’è stato, ma è stato sterile, abbiamo giocato poco in verticale”.